Dopo la riconsegna a gennaio della rete idrica da Aps (azienda ormai fallita) al comune, numerosi sono stati gli interventi di riparazione e calibramento degli impianti, al fine di renderli di nuovo efficienti. Dopo mesi di abbandono, piano piano tutto sta tornando nella normalità. La rete idrica era infatti in condizioni disastrose, con fognature

Pubblicato in Termini Imerese

Continua il dibattito politico tra Ncd e Pd a Campofelice di Roccella. Il Nuovo Centro Destra con un nuovo volantino (in allegato) a firma dei tre Presidenti di Circolo Giuseppe Giardina, Roberto Re e Giuseppe Di Maggio denuncia l'assenza di una rappresentanza del comune di Campofelice di Roccella all'incontro in regione di giorno 24 con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Graziano Del Rio sul problema della gestione dell'acqua e del fallimento Aps.

Pubblicato in Campofelice

Da qualche giorno i dipendenti dell'Aps sono in sciopero e andranno avanti fino alla fine del mese perchè dal primo novembre potrebbero partire i licenziamenti per i 202 lavoratori. A fine mese infatti scade l'ordinanza del prefetto di Palermo che affidava il servizio idrico in deroga ad Aps e potrebbero registrarsi pesanti disservizi in di 42 comuni di tutta la provincia.

Pubblicato in Comprensorio

Anche oggi si è registrato un problema nell’erogazione dell’acqua. Molte famiglie si sono svegliate senz’acqua e per evitare ulteriori disagi i tecnici comunali e quelli di Aps si sono attivati immediatamente per individuare il problema.

Pubblicato in Termini Imerese

In questi giorni si sono registrati casi di mancata erogazione idrica, in particolare nella zona di Termini bassa. Sono diverse le segnalazioni pervenute relativamente ai disagi che alcune famiglie hanno registrato a causa della mancanza d’acqua. I tecnici comunali, congiuntamente ai lavoratori di Acque Potabili Siciliane hanno effettuato più sopralluoghi per individuare l’eventuale perdita.

Pubblicato in Termini Imerese
Giovedì, 15 Maggio 2014 08:42

Ancora una volta rubinetti a secco in città

Ennesimo allarme acqua a Termini Imerese. Improvvisamente e senza preavviso, senza che nessuno abbia detto nulla agli utenti e ai cittadini, la parte bassa della città è rimasta nuovamente a secco. Perché? Nessuno lo sa. Se si prova a telefonare al numero verde di APS (800103344), l'azienda che avrebbe in teoria ancora in gestione il servizio, anche se fallita, per avere notizie, risponde un messaggio pre registrato di Telecom Italia che dice che il numero è inesistente, segno che il servizio è ormai off.
Pubblicato in Termini Imerese
La Corte di Appello dà ragione al Comune di Pollina e ordina la restituzione degli impianti, reti di distribuzione e beni funzioni alla gestione del servizio idrico e fognario.
Pubblicato in Pollina
Venerdì, 11 Aprile 2014 17:06

Manca l'acqua ma il comune non sa cosa fare

Da alcuni giorni manca l'acqua nella parte bassa della città, per rotture ed intoppi vari, ma nessuno sa cosa fare. Da quando APS, la società che gestiva il servizio idrico a Termini, è fallita per debiti la situazione dell'acqua è divenuta critica e peggiora ogni giorno di più. Così una semplice falla lungo la condotta diventa un problema insormontabile, perché la società fallita non si cura più della manutenzione ed il comune non può intervenire perché non ha ancora preso in consegna gli impianti ed il relativo servizio.
Pubblicato in Termini Imerese
Da giorni mezza città è a secco, senza una goccia d'acqua, per un guasto alle pompe di distribuzione e sollevamento, ma nessuno ha avvertito in tempo i cittadini. Così di punto in bianco ci si ritrova al mattino con i rubinetti secchi, le cisterne vuote ed il fastidio di dovere arrangiarsi, cercando fontanelle pubbliche (che non ci sono più) o lavandosi con l'acqua minerale. Succede nella parte bassa della cittadina tirrenica, dove a quanto pare, perché nessuno ha avvertito gli utenti, l'acqua da alcuni giorni non viene erogata per un guasto tecnico.
Pubblicato in Termini Imerese
Martedì, 12 Novembre 2013 08:49

Divieto utilizzo acqua a scopi alimentari

Il sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina ha informato i cittadini di Cefalù che “a seguito di apposito invito diramato in tal senso dal Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, tenuto conto che in atto la società Acque Potabili Siciliane non garantisce un regolare controllo sulla distribuzione” è vietato l'utilizzo dell'acqua erogata dall'acquedotto per scopi potabili e alimentari.

Pubblicato in Cefalù
Pagina 1 di 2