Montemaggiore Belsito, dall’10 al 12 novembre seconda edizione della Sagra dell’Olio e della Mandorla

0
1255

La Sagra dell’Olio e della Mandorla di Montemaggiore Belsito è un evento che mira a promuovere i prodotti agroalimentari regionali, come l’olio d’oliva e le mandorle. L’olio d’oliva montemaggiorese è noto per la sua qualità, ottenuto da olive raccolte tra settembre e dicembre, ed è ricco di antiossidanti e polifenoli. Le mandorle locali sono della varietà Pizzuta e sono utilizzate per creare creme dolci e croccantini tipici siciliani.
L’evento si svolge il 10, 11 e 12 novembre e offre l’opportunità di imparare le tecniche di produzione dell’olio e delle mandorle direttamente dagli operatori locali. Ci sono visite agli oleifici locali, degustazioni di lenticchie e ceci, show cooking con prodotti locali, visite alle chiese e al Museo civico di Montemaggiore, escursioni naturalistiche, spettacoli folkloristici e musicali in piazza.
Sembrerebbe sia una faccenda scontata che le sagre dei prodotti contadini e artigianali svolgono un ruolo importante in molte comunità e hanno diverse utilità. Ma sono, veramente, delle manifestazioni con numerose sfaccettature, di parecchi vantaggi sia collettivi e sia per attività o situazioni che sono svolte da singoli individui o da entità in modo indipendente.
Anzi tutto la promozione dell’agricoltura locale, le sagre dei prodotti contadini offrono ai produttori agricoli locali l’opportunità di promuovere i loro prodotti. Tali eventi permettono ai piccoli agricoltori di accedere a un pubblico più ampio, vendere i loro prodotti direttamente ai consumatori e aumentare le vendite.
Inoltre, contribuisce alla preservazione delle tradizioni, le sagre spesso celebrano le tradizioni culinarie e artigianali di una determinata regione o comunità. Ciò  contribuisce a preservare le ricette tradizionali e le tecniche artigianali che rischiano di andare perdute nel tempo.
Ponendo al centro l’eco-sostenibilità, le sagre dei prodotti contadini tendono a promuovere l’agricoltura sostenibile e la produzione di cibo locale. Si possono incentivare pratiche agricole rispettose dell’ambiente, la riduzione delle emissioni di carbonio e di CO2 associate al trasporto alimentare e la diminuzione della dipendenza da prodotti importati.
Promuovono la creazione dello spirito di comunità, le sagre sono spesso eventi sociali che riuniscono le persone della comunità. Questi eventi favoriscono l’interazione tra i residenti locali e creano un senso di appartenenza e di identità culturale condivisa.
Incentivano e potenziano il turismo locale, le sagre dei prodotti contadini e artigianali possono attirare visitatori da fuori della regione o persino da altre parti del mondo. Questo può portare a un aumento del turismo locale, con benefici economici per le comunità ospitanti.
Fornendo e indirizzando all’educazione alimentare, queste sagre spesso includono attività educative come dimostrazioni culinarie, laboratori artigianali e discorsi su temi legati all’agricoltura e all’alimentazione. Queste iniziative contribuiscono all’educazione del pubblico sulla provenienza degli alimenti e sulle pratiche sostenibili.
E non ultimo, costituiscono un supporto all’economia locale, l’organizzazione di sagre può contribuire all’ economia territoriale, generando entrate per ristoranti, negozi, alberghi e altre attività commerciali nelle vicinanze.
In poche parole, le sagre dei prodotti contadini e artigianali svolgono un ruolo importante nell’incoraggiare la sostenibilità ecologica, la promozione della cultura locale, l’educazione alimentare e la creazione di comunità coese. Questi eventi possono avere un impatto positivo su molteplici livelli, sia dal punto di vista economico che culturale.
Vi aspettiamo in tanti, per poter apprezzare quanto di buono e genuino offre questa comunità, nella quale sussiste il ruolo centrale dell’agricoltura e dell’allevamento nelle attività economiche e nella vita quotidiana. Troverete un ambiente ancora in gran parte incontaminato, nel quale provare il contatto con la natura suggestiva e in quello che possiamo dire sia antropizzato scoprire o riscoprire elementi urbani e d’arte meravigliosi.
Santi Licata