Montemaggiore Belsito, secondo appuntamento del “Festival del Torto”: si presenta il libro su Giovanni Spampinato

0
700

Nell’ambito della kermesse “Festival del Torto 2023”, la rassegna itinerante che parla di cultura: un progetto culturale rivolto alla valorizzazione di un’intera valle si è svolta la presentazione del libro di Salvatore Spampinato dal titolo “Giovanni Spampinato: Assassinato perché cercava la verità”, Operaincertaeditore (2022). Il secondo degli incontri si è svolto nella sala di lettura della Biblioteca comunale “Il Ponte” annessa al Centro Polifunzionale “Papa Giovanni Paolo II” a Montemaggiore Belsito. Nel libro, l’autore Salvatore Spampinato, ci conduce attraverso una storia avvincente e drammatica sulla vita del suo amato fratello, Giovanni, che ha pagato il prezzo più alto per la sua ricerca implacabile della verità. La narrazione si apre con la descrizione dei primi anni di vita di Giovanni, la sua personalità incantevole e la sua passione per la giustizia e fin da giovane, dimostra una predisposizione per la verità e un forte senso di giustizia, qualità che lo accompagneranno nel corso della sua vita. Man mano che la storia si sviluppa, l’autore ci guida attraverso gli anni di crescita di Giovanni, mostrandoci come la sua sete di verità lo abbia spinto a investigare su questioni scottanti e delicate. Salvatore racconta dei momenti in cui Giovanni si è trovato coinvolto in indagini per esporre corruzione, crimini e ingiustizie, spesso mettendo a repentaglio la sua sicurezza personale. Il cuore del libro si concentra sulla ricerca di verità di Giovanni, che lo porta ad affrontare ambienti pericolosi e potenti nemici. Mentre cerca di far emergere la verità, Giovanni si imbatte in una cospirazione oscura e intricata che mette a rischio la sua vita. La narrazione diventa sempre più intensa e avvincente, con colpi di scena che lasciano il lettore col fiato sospeso. Salvatore non tralascia i momenti più intimi e personali di Giovanni, mostrandoci il suo lato vulnerabile e le emozioni contrastanti che deve affrontare durante la sua battaglia per la verità. La sua determinazione, la forza e la dedizione diventano esempi ispiratori per chiunque sia alla ricerca della giustizia e della verità. Infine, il libro esplora la tragica fine di Giovanni, rivelando il destino crudele che l’ha colpito a causa della sua ricerca incrollabile della verità. Salvatore rende omaggio al coraggio e al sacrificio di Giovanni, ricordandoci che il prezzo della verità può essere alto ma che la lotta per essa è un valore inestimabile.
Ecco, proviamo a tracciare una sorta di breve un filo rosso di frasi che lo compongono e lo svolgono: «Un assassinio lucidamente pianificato e preparato in ogni dettaglio, compresa la confessione – falsa, parziale e distorta – divenuta verità processuale […] La via per la verità mezzo secolo dopo? È Giovanni Spampinato a indicarla con chiarezza e a dirci, ancora oggi, dove guardare… […] Giovanni scorge e sa decifrare con lucidità i segni della strategia della tensione, avverte la pressione su di sè e, inascoltato, lancia l’allarme […] Stragi di Stato, eversione nera, i traffici iblei scoperti dal giornalista e quel filo che lega Giovanni Spampinato a Giuseppe Impastato […] Il ‘Memoriale Spampinato’ in un cassetto, il Premio giornalistico in sua memoria deliberato dalla Provincia già nel ’72, finanziato e bloccato: da chi e perchè? […] La chiave della morte di Spampinato non è (solo) nel delitto Tumino, ma soprattutto nell’attività del giornalista ben prima del 25 febbraio ’72 […] Delle Chiaie a Ragusa, l’ombra delle stragi, il delitto Tumino sul quale la giustizia naufraga:  Spampinato un faro di luce ‘pericoloso’, da spegnere con la morte fisica […] Spampinato, ‘ucciso’ più volte anche da morto, la verità sfregiata da giudici e giornali inclini e asserviti alla narrazione dei carnefici […] La lettera aperta degli intellettuali cattolici dopo la morte di Spampinato inchioda i maggiorenti della stampa locale e ne smaschera le miserie morali e professionali […] Quando Spampinato, sommessamente e amaramente, in privato scriveva: “Qui la stampa è un’associazione ad omertà controllata”».
In “Giovanni Spampinato: Assassinato perché cercava la verità”, il lettore viene coinvolto in un viaggio emozionante e pieno di suspense, una storia che denuncia le forze oscure che cercano di nascondere la verità e che celebra l’eroismo di chi osa lottare per rendere il mondo un posto migliore. La storia di Giovanni Spampinato rimarrà nell’animo del lettore come un monito e un’ispirazione a non arrendersi mai nella ricerca della verità.
Santi Licata