I carabinieri di Roccapalumba stavano svolgendo presso la stazione ferroviaria un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti.

Pubblicato in Roccapalumba
Sabato, 05 Agosto 2017 09:17

A Vicenza anche il tribunale è abusivo

Smettiamola con i luoghi comuni che solo in Sicilia o al Sud impazza l'abusivismo edilizio.
Pubblicato in Italia
E' stato arrestato dai carabinieri un dipendente del tribunale di sorveglianza di Palermo.
Pubblicato in Area metropolitana
E' vero, si dice "dura lex sed lex", perché la legge è generale ed astratta e non può tenere conto dei singoli casi particolari. Per fortuna in Italia ci sono i giudici che a volte riescono ad "adattare" la norma astratta alla situazione particolare concreta.
Pubblicato in Italia

Due tombaroli cinquantenni sono stati arrestati con l’accusa di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

Pubblicato in Area metropolitana

La notte scorsa Carabinieri e Polizia di Stato hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari e obblighi di dimora emessa dal G.I.P. del Tribunale di Termini Imerese, su richiesta della locale Procura, nei confronti di 17 soggetti gravemente indiziati di far parte, a vario titolo, di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in danno di negozi di materiale elettronico e hi-tech, nonché tabaccherie e ricevitorie.

Pubblicato in Area metropolitana

Ogni tanto leggere una buona notizia nel settore giustizia fa piacere. E la buona notizia è che anche a Termini Imerese si può ottenere una giustizia civile rapida ed efficiente. Secondo il Ministero della giustizia (che da poco ha diffuso il report sulle performance dei tribunali italiani in materia di giustizia civile), Termini Imerese, insieme a Marsala, è uno dei migliori tribunali in fatto di cause civili a livello nazionale, vera e propria "oasi" in quel "deserto" chiamato giustizia italiana e siciliana in particolare, dove vige la regola della giustizia lumaca.

Pubblicato in Termini Imerese

Stamattina i "dissidenti" Franco Scancarello presidente del “Patto per Geraci”, Antonio Mangia presidente “AEROVIAGGI spa", Angela Macaluso amministratore unico della “FRANSICILE Tour Operator", Mario Castiglia vicepresidente “Consorzio Cefalù Holiday" e Luciano Luciani presidente “Forum Associazioni Cefalù” hanno presentato una citazione al tribunale civile di Termini Imerese contro il Consorzio Turistico Cefalù – Madonie – Himera, nella persona del suo Presidente, a comparire innanzi il Tribunale di Termini Imerese il prossimo 27 febbraio 2015 procedere all'annullamento della delibera del 17 ottobre scorso che ha eletto il nuovo Cda del Consorzio facendo riferimento alle difformità dello statuto e presunte irregolarità nella elezione del primo Cda.

Pubblicato in Comprensorio
Sabato, 15 Marzo 2014 11:04

Pizzo chef Natale Giunta. Tre condanne

Il gup Giuliano Castiglia ha condannato a sei anni Antonino Ciresi per tentativo di estorsione aggravata; Giuseppe Battaglia a quattro anni e Alfredo Perricone a due anni e otto mesi, entrambi per tentativo di estorsione semplice.  Il pubblico ministero Caterina Malagoli aveva chiesto la condanna a sette anni di carcere per Ciresi e sei anni ciascuno per Perricone e Battaglia con l'accusa di tentativo di estorsione, minacce e danneggiamenti ai danni dello chef Natale Giunta, noto per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva La Prova del Cuoco
Pubblicato in Termini Imerese
I dipendenti dell’UNEP di Cefalù venerdì 22 novembre hanno tenuto un pranzo conviviale a Cefalù con il loro Dirigente, dott. Luciano Luciani, andato in pensione a seguito della soppressione della Sede Distaccata del Tribunale di Cefalù. Luciani ha prestato servizio ininterrotto per oltre 43 anni presso la Sezione Distaccata di Cefalù del Tribunale di Termini Imerese che ha chiuso i battenti proprio lo scorso 30 settembre in occasione dell’attuazione della riforma promossa dall'ex guardasigilli Paola Severino che ha accorpato ai Tribunali oltre 200 Sezioni Distaccate. Luciani ha maturato la scelta del pensionamento, cui avrebbe potuto accedere nel 2018, perché ha iniziato nell’anno 1970 e ha voluto finire la sua carriera nella pubblica amministrazione a Cefalù, città in cui vive dal suo arrivo in Sicilia.
Pubblicato in Cefalù
Pagina 1 di 2