Nipote di un condannato per associazione per delinquere di stampo mafioso, si trovava agli arresti domiciliari in quanto scoperto a coltivare, in un magazzino sotterraneo, numerose piante di marijuana.

Pubblicato in Area metropolitana

Agenti della Polizia di Stato ieri  sera hanno tratto in arresto due pregiudicati. Si tratta di  P. F., di anni 30 e T.G.,di anni 28, entrambi palermitani, responsabili del reato di tentato furto aggravato in concorso in abitazione.

Pubblicato in Area metropolitana

Ieri mattina, nell’ambito di servizi mirati volti al contrasto del sempre più frequente fenomeno dei furti di energia elettrica, poliziotti si sono recati in una strada dove erano stati segnalati consumi anomali di energia.

Pubblicato in Area metropolitana

Ieri notte, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato la saracinesca di un negozio di ferramenta parzialmente forzata e sollevata.

Pubblicato in Area metropolitana

Un giovane pregiudicato termitano, sottoposto agli arresti domiciliari, sorpreso a navigare su internet, è stato arrestato perchè ha contravvenuto alla prescrizione del divieto di comunicazione impostogli dalla misura cui era sottoposto.

Pubblicato in Termini Imerese

Sono stati arrestati a Termini Imerese e Bolognetta, gli autori della rapina avvenuta a Gibilrossa il 1 ottobre scorso. I Carabinieri della Stazione di Belmonte Mezzagno, con il supporto dei colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termini Imerese e degli elicotteri del 9° Elinucleo Carabinieri di Palermo, sabato scorso hanno identificato e bloccato gli autori della rapina: Dante D'ambrogio 44enne nato a Termini Imerese e residente a Belmonte Mezzagno, pluripregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio, e Sebastiano Morello, 31enne palermitano incensurato residente a Bolognetta.

Pubblicato in Termini Imerese

I Carabinieri Compagnia di Termini Imerese, nel transitare in  Piazza Europa, nei pressi della Stazione Ferroviaria, ha notato un’autovettura con il portabagagli posteriore aperto e tre soggetti intenti a caricare al suo interno del materiale. I militari hanno effettuato alcuni accertamenti, rinvenendo all’interno dell’autovettura alcuni strumenti atti all’effrazione, oltre a un climatizzatore da parete, due motori esterni per climatizzatore e circa 200 kg. di materiale ferroso vario, quest’ultimo utilizzato dalla Rete Ferroviaria Italiana per i tralicci della rete elettrica ad alta tensione.

Pubblicato in Termini Imerese