Il professore Roberto Lagalla è stato nominato dal consiglio di amministrazione della Fondazione Istituto Giglio di Cefalù, presidente del comitato tecnico scientifico. 

Pubblicato in Cefalù

Una delegazione del Movimento 5 Stelle ha visitato, nel pomeriggio, la Fondazione Giglio di Cefalù, struttura sanitaria di alta specializzazione, al centro, negli scorsi giorni, di un’accesa protesta su un possibile ridimensionamento prospettato con un la nuova rete ospedaliera siciliana.

Pubblicato in Cefalù
Tra i due litiganti il terzo gode. L'antico proverbio anche questa volta potrebbe non essere smentito dai fatti, neppure nel caso dei tagli alla sanità siciliana.
Pubblicato in Comprensorio

Fiorello scende in campo per difendere l’ospedale Giglio di Cefalù. Nella sua trasmissione quotidiana “L’edicola di Fiorello” lancia un appello al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Pubblicato in Cefalù

Sit-in in piazza Ottavio Ziino, a Palermo, dinanzi l’Assessorato Regionale alla Salute, di una delegazione di dipendenti dell’ospedale Giglio di Cefalù per protestare contro il declassamento della struttura a presidio di base.

Pubblicato in Cefalù

Si attende giovedì quando è previsto l’incontro con l’assessore regionale Gucciardi, per decidere cosa fare.

Pubblicato in Cefalù

“Caro Papa Francesco, chi ti scrive è una comunità di 700 famiglie che da 15 anni è devota alla tutela della salute di un grosso bacino di territorio che comprende le Madonie e i Nebrodi (circa 650 mila persone)”.

Pubblicato in Cefalù

Il Sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina ha scritto una lunga lettera all’Assessore Regionale alla Salute Baldo Gucciardi affinchè  comi la mission di struttura ad alta specialità della Fondazione Giglio, e garantisca all’Ospedale di continuare ad essere punto di riferimento irrinunciabile per la tutela e la cura della persona. Ecco il testo.

Pubblicato in Cefalù

“La rivoluzione in sanità – dicono i componenti della commissione sanità di Palazzo dei Normanni, Francesco Cappello e Giorgio Ciaccio – non sia un bagno di sangue per i siciliani,”.

Pubblicato in Cefalù

Aveva ricoperto l’incarico di direttore amministrativo guadagnando come compenso lordo 114 mila euro, ma aveva solo il diploma di ragioniere.

Pubblicato in Cefalù
Pagina 1 di 3