Ristoratore si approvvigionava di gas con un allaccio abusivo alla rete pubblica: denunciato dalla Polizia

0
463

Resta solo da accertare se l’allaccio abusivo sia stato realizzato dall’attuale o dalla precedente gestione dell’attività di ristorazione. Ciò che appare certo è che, attualmente, il locale beneficiava di una indebita percezione di erogazione di gas. La Polizia di Stato, ha pertanto denunciato il titolare di un’attività di ristorazione nel centro di Palermo, ipotizzando il reato di furto di gas ai danni della rete pubblica.
In relazione ad accertamenti esperiti da tecnici del settore, è emerso che il padrone dell’esercizio beneficiasse di un allaccio abusivo alla conduttura del gas della rete pubblica, posta sul retro dell’attività commerciale, in un’area di pertinenza condominiale.
Dai primi accertamenti sembrerebbe che, in passato, fosse stata avanzata una richiesta di fornitura di gas in ragione della quale la ditta erogatrice avrebbe avviato ma non definito l’installazione di una tubazione, diramata dalla conduttura della rete primaria.
Nelle more della definizione di tale richiesta, con l’installazione di un contatore abusivo, il presunto reo avrebbe provveduto a raccordare una preesistente tubatura, attraverso l’utilizzo di flessibili, alla tubazione dell’attività di ristorazione, favorendo così l’approvvigionamento di gas proveniente dalla rete pubblica.