Il titolo che hanno scelto per il lancio le grandi testate televisive era di quelli che cambiano una giornata: “Dopo cinque anni riapre la Fiat di Termini”.

Pubblicato in Termini Imerese

“Nessuno potrà dire non lo sapevo. E’ stato superato il limite di guardia, oltre la trattativa in stallo c’è e resta  solo la disperazione per gli operai della ex Fiat di Termini Imerese. Sono veramente preoccupato,  il silenzio delle istituzioni può far scattare la scintilla dello scontro sociale”. Lo dice Salvatore Burrafato, primo cittadino di Termini Imerese, che ha partecipato alla manifestazione dei sindacati per la vertenza ex Fiat.

Pubblicato in Termini Imerese

Via alla salvaguardia dei 640 esodati di Termini Imerese che rientrano nei  55mila coperti dal decreto. Già firmato dal ministro del lavoro Elsa Fornero e forte del via libera della Ragioneria dello Stato per la copertura finanziaria, il Decreto attendeva solo la firma del ministro dell'Economia. Ora devono essere garantiti gli ammortizzatori sociali per gli altri lavoratori ex-Fiat e indotto, come ha convenuto il viceministro Martone che ha ribadito la necessità di convocare a Roma le sei aziende dell'indotto per delineare una strategia per gli ammortizzatori sociali - d'intesa con la Regione siciliana  - per il 2013 e per bloccare le procedure di licenziamento già avviate da Lear Corporation.

Pubblicato in Termini Imerese