È successo tutto nel corso delle prime ore dell’alba di sabato scorso, quando, durante lo svolgimento di un servizio di controllo del territorio nella zona industriale di Termini Imerese, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio ed in particolare al reato di furto di rame in danno dei tanti stabilimenti e fabbriche non più in attività, ubicate nella zona, i militari della Compagnia Carabinieri di Termini Imerese traevano in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso con un soggetto rimasto sconosciuto Ignazio Magrì (nella foto), sessantadue anni, pregiudicato termitano.

Pubblicato in Termini Imerese