Gangi

Sono arrivati da tutta l’isola per ammirare e partecipare alla Domenica delle Palme di Gangi, una delle dieci manifestazioni religiose più seguite e importanti d’Italia, un patrimonio immateriale tra fede, storia e cultura.
E’ una delle dieci manifestazioni religiose più seguite e importanti d’Italia, un patrimonio immateriale tra fede, storia e cultura, che ha come caratteristica, oltre alla simbologia sacra e gli antichi paramenti,
Sono stati centoquaranta i partecipanti, provenienti da tutta le province dell’isola, ad affrontare il duro percorso di 3,5 km, tra strade urbane e extraurbane, della quarta edizione del “Memorial Francesco e Vincenzo Scirè”.
E’ stato presentato stamani a Gangi, nella dimora storica di palazzo Bongiorno, il piano nazionale per la fertilità e sottoscritto un protocollo d’intesa per la costituzione della rete per la fertilità nel territorio delle Madonie che coinvolge ben 18 comuni con lo scopo di favorire la natalità e sostenere la genitorialità.
Un Concorso fotografico per immortalare personaggi e paesaggi di Gangi e delle Madonie in sintonia con la poetica di Polizzano Francesco Paolo.
Il Comune di Gangi ha avviato ed attivato due progetti di servizio Civile denominati: “Cancelliamo la solitudine e Ora mi occupo di Te”, che consentono e assicurano, all’anziano solo e al nucleo familiare, un importante supporto logistico.
A Gangi nelle sale della “dimora filosofale” di Palazzo Bongiorno, il giorno 13 Gennaio scorso, sono stati assegnati i Premi dell’Accademia degli Industriosi, borsa di studio rivolta a studenti meritevoli che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado ed i corsi di alta formazione.
Oltre settemila persone hanno invaso i vicoli di Gangi per ammirare la magia del presepe vivente “Da Nazareth a Betlemme”.
Tutto pronto a Gangi per la decima edizione del presepe vivente “Da Nazareth a Betlemme”, in scena, dal 26 al 29 dicembre, con quattordici rappresentazioni quotidiane (dalle 17 alle 23,30).
Scoperta una targa commemorativa in onore al Maresciallo dei Carabinieri Francesco Tralongo nato a Ficarazzi nel 1877 ucciso il 10 dicembre 1919 dal brigante Nicolò Andaloro.