Comprensorio

Sono ben nove i comuni del comprensorio che il prossimo 4 e 5 ottobre 2020 saranno chiamati ad eleggere il nuovo sindaco, con eventuale ballottaggio nei giorni di domenica 18 e lunedì 19 ottobre 2020.
Il 4 e 5 ottobre si svolgeranno in Sicilia le elezioni amministrative. Sono chiamati al voto 61 Comuni, di cui 16 con il sistema proporzionale e 45 con quello maggioritario, per una popolazione complessiva di 738.406 cittadini.
I Comuni non hanno approvato il rendiconto finanziario 2019 e la Regione manda i Commissari ad acta. E sono molti gli enti locali che nel comprensorio Termini Cefalù Madonie non hanno ottemperato: precisamente 23.
I Finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del Gruppo di Palermo, in collaborazione con le unità cinofile della Compagnia di Punta Raisi,
Risultati del Referendum costituzionale. Nel comprensorio Termini Cefalù Madonie ha stravinto il SI, con punte che hanno toccato l’87,10% a Sclafani Bagni, l’86,68 % a Bompietro, l’85,07 % ad Alimena, l’83,61% a Blufi, l’83,22% a Valledolmo, l’82,69 % a Petralia Sottana, l’82,43% a Caltavuturo.
Sul giornale online Esperonews e su Radio Centrale (FM 97,500) lunedì 21 settembre dalle ore 15,00 in poi uno “Speciale” per seguire momento per momento i risultati del referendum indetto per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale,
Continua ad essere quasi la metà gli elettori alle urne in Sicilia, che si contende con la Sardegna l’ultimo posto.
La Polizia di Stato ha recuperato e restituito ai legittimi proprietari due motocicli rubati, poco prima che venissero immessi nel fiorente mercato nero palermitano.
Alle 12 l'affluenza alle urne per il referendum costituzionale è stata a livello nazionale del 12,25%, mentre si dimezza in Sicilia dove si ha il dato più basso tra tutte le regioni, appena il 6,35%.