Termini Imerese, esce “L’esilarante storia di uomini tristi”: il nuovo libro di Michele Iacono

0
403

La Storia è esilarante, tragica e allo stesso tempo piena di complotti. Inventarli non è semplice, ci vuole fantasia e, una volta trovata la chiave, è facile che essi diventino “realtà”.

Immaginate che una casa editrice si veda recapitare un manoscritto e che, nella lettera di accompagnamento, si legga l’invito a recarsi in un certo posto e che qualcuno della redazione decida di andare. Il fatto curioso è che a leggere il manoscritto non è solo l’editore ma anche Michele Autieri, un uomo che per sfuggire alla pandemia si rifugia in un casolare dove rinviene il manoscritto medesimo. Da quel momento, ciò che legge si trasforma nella realtà. A cominciare da Andrea Guerritore che s’inventa una storia di spie. E la strana sala dei ritratti di tutta l’umanità nei sotterranei del Teatro alla Scala di Milano. Il prof. Morgante convinto di essere un discendente dei Nefilim. Un bibliotecario persuaso di aver scoperto una terribile verità. Pandemia, guerra tra la Russia e l’Ucraina e la lotta tra  il bene e il male diventano lo sfondo delle suggestioni umane quando precipitano sul crinale illusorio in cui si confondono realtà e irrealtà. Chi è lo scrittore che fa sembrare vere le cose false e viceversa? I personaggi del romanzo riusciranno a scoprirlo o vivranno per sempre in quel cortocircuito che l’immaginazione produce nella sua iperbolica costruzione?

L’autore è Michele Iacono nato a Termini Imerese nel 1954. Laureato in psicopedagogia ha lavorato per il dipartimento di salute mentale di Palermo fino al 2021. Ha pubblicato i romanzi: Il bambino senza tempo 2017, Quando l’ombra si dilegua 2018 (con edizione inglese dal titolo The artist 2018), L’imperfetta bellezza 2019, Ciò che hanno visto le rondini 2020. I saggi: Il silenzio, il segno e la parola 2012. Quando l’uomo inciampò sui segni, sulla origine della comunicazione umana che ha ricevuto la Menzione XIX 2020 – Premio Inedito – Colline di Torino. Dipinge e ha al suo attivo mostre personali e collettive