Cefalù, arriva all’ospedale Giglio il servizio di car sharing

0
522

Arriva a Cefalù il servizio di car sharing all’interno dell’area ospedaliera della Fondazione Giglio grazie alla concessionaria Toyota Riolo Motors che da oggi è presente con l’innovativo servizio “Kinto Share”. Un servizio fruibile da tutti coloro – pazienti, familiari e dipendenti e non solo – che avranno la necessità di raggiungere la struttura sanitaria con un’auto a noleggio. Presenti al taglio del nastro Daniele Tumminello, sindaco di Cefalù, Giovanni Albano, presidente della Fondazione Giglio, Pierluigi Di Claudio, service design senior manager Kinto Italia, Gianluca Galati, direttore amministrativo della Fondazione Giglio e Gaetano Giordano, direttore commerciale del Gruppo Riolo.

“L’ospedale di Cefalù – ha detto il presidente Albano – è sempre più connesso con il territorio anche in termini di mobilità sostenibile e a basso impatto ambientale che si sposa con la filosofia di attenzione alla salute a 360 gradi”. “Siamo orgogliosi di supportare questa iniziativa – ha evidenziato in un messaggio la presidente della Holding Riolo Group, Iolanda Riolo – contribuendo ad aggiungere qualità di vita agli individui e benessere alla società attraverso una mobilità innovativa, sostenibile e accessibile”. “Ci apriamo a sinergie e collaborazioni con player di primo piano, nella nostra Regione, come il Gruppo Riolo – ha evidenziato il direttore amministrativo Gianluca Galati – con lo spirito di condividere progetti che possono integrarsi e ampliare i servizi offerti dal Giglio”. Ad apprezzare l’iniziativa anche il sindaco di Cefalù, Daniele Tumminello: “La pratica di car sharing – ha detto il sindaco – rientra nella politica costruttiva di mitigare i rischi di sovra inquinamento e nell’indirizzo della sostenibilità per cui l’amministrazione pubblica non può esimersi dal condividere questi progetti”.

Al Giglio sono stati predisposti due stalli con mezzi al 100% elettrificati, dotati della tecnologia full hybrid Toyota che contribuisce a rendere gli spostamenti sempre più sostenibili e rispettosi per l’ambiente.  La formula del Kinto Share è “station based”, dunque con aree di parcheggio dedicate. Il modello, invece, è il “round trip”, che soddisfa spostamenti che prevedono un ritorno immediato all’origine con prenotazione in partenza e in arrivo sia dell’orario che del parcheggio. Le tariffe, infine, sono all-inclusive: il noleggio, il carburante, l’assicurazione e le tasse sono incluse in ogni viaggio. “Siamo orgogliosi e fieri di essere qui – ha detto Pierluigi Di Claudio, service design senior manager Kinto Italia, illustrando il funzionamento del car sharing – perché è un progetto che risponde a una esigenza di cambiamento nella mobilità in una visione di sostenibilità ambientale”.

Kinto Share è un servizio di car sharing 100% digitale, che permette attraverso un’app di prenotare in modo facile e intuitivo l’autovettura più adatta ogni volta che se ne ha bisogno, e di gestire tutta l’operatività tramite il proprio smartphone in modo da garantire un’esperienza cliente di livello.

Si tratta dell’innovativo servizio di car sharing di Kinto, terzo brand globale di Toyota dedicato ai servizi di mobilità, che si rivolge a privati, aziende e basato su una vasta gamma di veicoli elettrificati Toyota e Lexus e in forte espansione sul territorio italiano. Anche i nuovi iscritti dell’ospedale Giglio di Cefalù, così, potranno accedere al servizio Kinto Share in tutte le località dove è già disponibile.

Kinto share è infatti attivo dal 2018 come servizio pubblico di car sharing nella città di Venezia e recentemente nella città di Pescara e, grazie alla collaborazione con i concessionari della rete Toyota e Lexus, è presente in 10 regioni, 24 province, numerose città e 4 aeroporti delle città di Cagliari, Olbia, Venezia e Pescara.

Attraverso la proficua collaborazione con i concessionari della rete Toyota e Lexus, si ribadisce l’obiettivo del brand di essere un Mobility Provider in grado di soddisfare le esigenze di spostamento sul territorio di ogni tipologia di cliente, costruendo su misura per ciascuno la migliore soluzione di mobilità e garantendo libertà di movimento per tutti.

Nella foto (da sinistra) Gaetano Giordano, Gianluca Galati, Daniele Tumminello, Giovanni Albano, Pierluigi Di Claudio.