Castelbuono, spenti i riflettori sul Concorso Nazionale di Fotografia

0
533

Con la premiazione delle opere vincitrici è calato il sipario sulla 23° edizione del “Premio giovani Fotoriflettendo” legato al Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono e indetto dall’A.P.S. Fotoriflettendo . Il  presidente dell’Associazione Vincenzo Cucco ha voluto dedicare l’edizione odierna all’artista Momò Calascibetta, suo amico d’infanzia,  in ricordo della sua partecipazione alla 7° edizione del Concorso in qualità di membro della Giuria. L’artista è deceduto il primo ottobre scorso, contagiato dal virus della zanzara West Nilo, dopo due mesi di sofferenza, primo caso in Sicilia.

Fotoriflettendo con questa dedica ha voluto proporre una nuova sfida: uno sguardo sulla realtà che, attraverso l’occhio fotografico, ne metta in evidenza l’aspetto ironico, paradossale, surreale, tipico dell’espressività pittorica di “Momò”.

Il tema obbligato è stato infatti “Scherzo, satira, ironia. Uno sguardo sulla realtà”: un invito esplicito ai fotoamatori a cimentarsi in una lettura della realtà che susciti un sorriso, una risata o semplicemente una riflessione bonaria arguta o, perché no, amara su ciò che ci accade intorno.

Durante la manifestazione, appena conclusasi nella splendida cornice del Chiostro di San Francesco, l’attenzione degli spettatori è stata convogliata sulle immagini che venivano proiettate su un grande schermo, e tutti hanno partecipato emotivamente alla gioia dei fotoamatori premiati.

Il risultato è stato estremamente positivo: circa 320 le fotografie hanno partecipato alla 23°  edizione del Concorso .

La commissione giudicatrice composta dallo stesso Vincenzo Cucco, nella qualità di Presidente, da Rita Cedrini / Antropologa, già docente Università degli Studi di Palermo, Alberto Samonà / Giornalista,  Giovanni Franco / Giornalista Ansa/ Fotografo, Nino Celeste / Direttore della Fotografia Cinema e TV, Giancarlo Marcocchi /Fotografo / Responsabile proposte artistiche Collettivo f, Tullio Puglia / Fotografo,  ha avuto il gravoso compito di scegliere le opere da premiare secondo criteri tecnici ed artistici e di supervisionare la selezione delle fotografie da esporre in mostra, circa 110, avvenuta attraverso un contest che si è svolto sulla pagina facebook  “fotoriflettendo” con il like che il popolo social ha potuto attribuire alla fotografia preferita.

La mostra è stata allestita dall’arch. Michele Puccia nello spazio Centro Sud, ex Chiesa del SS. Crocifisso. Inaugurata il 14 agosto u.s. resterà aperta al pubblico fino al 23 agosto p.v.

Questi i vincitori: tema libero/colore: 1° class. “Blue” di Michele Ginevra (Caltanissetta), 2° class.  “Fabbrica a cielo aperto” Bihar/India di Sandro Nizzato (Nodica/PI), 3° class. “In fondo all’anima” di Chiara di Mitri (Monreale/PA).  Per il tema libero/bianco-nero: 1° class. “Fede” di Luigi Garofalo (Casarano/LE), 2° class. “2050” di Daniele Franceschini (Gavorrano/GR), 3° class. “U mastru cu bummulu” di Andrea Avellone (Bagheria/PA). Per il tema obbligato “Scherzo, satira, ironia. Uno sguardo sulla realtà” /colore: 1° class. “Gesù ti ha aggiunto” di Liria Zaffuto (Serradifalco/CL), 2° class. “Levati i manu” di Giuseppe Cacocciola (Agrigento), 3° class. “Sorriso d’ignoto” di Sophia Bellina (Campofelice di Roccella/PA). Per il tema obbligato “Scherzo, satira, ironia. Uno sguardo sulla realtà” / bianco-nero: 1° class. “Lui e gli altri” di Domenico Giampà (Satriano/CZ), 2° class. “Formazione per tutti” di Sebastiano Bellomo (Campofelice di Roccella/PA), 3° class. “Occhio al martello” di Mario Giambanco (Palermo).

Per il tema “Castelbuono ed i suoi volti tra passato e presente” sezione unica: 1° class. “Tre” di Mauro Vincenzi (Bastiglia/MO), 2° class. “A Matri Sant’Anna” di Vincenzo Vignieri (Castelbuono/PA), 3° class. “Fontana con Matrice Vecchia” di Elio Avellone (Bagheria/PA).

Il Premio giovani “Fotoriflettendo” è stato attribuito all’opera, indipendentemente dalla categoria e sezione, più significativa presentata dai giovani partecipanti, dal titolo “The wall” di Dimitri Gugliotta (Termini Imerese/PA). Tale premio consiste in una stampa a colori, numerata ed autografata, di Momò Calascibetta “Momozart mon amour 2016” offerta dalla famiglia a cui si aggiunge il premio di €. 150,00 Espero / Rivista e la Ceramica artistica – Ceramiche De Simone della serie “I paladini”. La fotografia, cui sarà attribuito il premio giovani Fotoriflettendo Momò Calascibetta, farà parte della collezione e sarà pubblicata nella sezione di Arte Contemporanea del Museo Civico di Castelbuono.

Il Riconoscimento al più giovane partecipante è andato a Mattia Tumino di Ragusa con l’opera “Barocco tra i Monti Iblei”, premiato con un trofeo offerto dalla Banca Mediolanum.

Il premio del Pubblico attribuito direttamente dallo stesso tramite i social è andato alla fotografia  “In fondo all’anima” di Chiara Di Mitri, premiata con Trofeo offerto dalla Comunità Terapeutica Assistita Fauni Castelbuono

Le fotografie prime classificate sono state premiate con targa d’argento offerta dal Comune di Castelbuono e dal D.L.F. Palermo ed un premio in denaro offerto dall’A.P.S. Fotoriflettendo, le seconde classificate con delle ceramiche rappresentanti dei paladini siciliani realizzati e donati dalla De Simone ceramiche, le terze con delle coppe offerte da Cangemi Ottica.

A tutti i premiati sono stati donati interessanti e pregiati volumi di arte fotografica e artistica, offerti dalla Regione Sicilia con le dolcezze di Fiasconaro e del biscottificio Tumminello.

I premiati, non residenti in Sicilia, hanno goduto, tramite sorteggio, di  weekend offerti dal Relais Abbazia Santa Anastasia, Agriturismo Bergi, Masseria Rocca di Gonato e Paradiso delle Madonie Hotel.

La 23°edizione del Concorso si è conclusa con la presentazione e la distribuzione del “Catalogo  / Calendario 2023-2024”, curato dal presidente Vincenzo Cucco, in cui sono presentate tutte le fotografie premiate.

I commenti alle fotografie premiate sono della prof.ssa. Rita Cedrini.

Motivo di particolare orgoglio per gli organizzatori la grande affluenza di visitatori alla mostra e la presenza dei partecipanti e di pubblico al Chiostro di San Francesco durante la manifestazione della premiazione che è stata simpaticamente condotta dall’attore Giuseppe Montaperto.

Coinvolgente il momento in cui il dott. Alberto Samonà ha ricordato la figura del Maestro Momò Calascibetta . Momò: artista “capace di interpretare la realtà senza infingimenti, irriverentemente critico e caustico nei confronti delle figure e degli aspetti più oscuri o grotteschi del mondo contemporaneo” Visionario ironico e irriverente. Mirabile sceneggiatore e maniaco del dettaglio di una pittura al contempo colta e pop: florida di citazioni e fiorita di sberleffi e caricature all’indirizzo di potenti e potentati.

Intenso il momento in cui il Presidente dell’APS Fotoriflettendo Vincenzo Cucco ha preso la parola per ricordarne sentimentalmente la figura….

Le notizie relative alla manifestazione con le relative fotografie saranno visionabili nel sito: www.fotoriflettendo.com   /  https://www.facebook.com/fotoriflettendo/  cell, 3294516427

Nella foto: Tema Libero/bianco-nero: 1° classificata: “Fede” di  Luigi Garofalo  (Casarano/Lecce)