Termini Imerese, iniziativa del Comitato “Città porto per un futuro sostenibile”: no allo stravolgimento del PRP che danneggerebbe l’ambiente e la salute

Sabato, 08 Maggio 2021 22:03 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)
Oggi la veduta dal Belvedere di Termini Imerese ha fatto da splendida cornice alla riuscita manifestazione organizzata dal Comitato “Città porto per un futuro sostenibile”.
Numerosi i cittadini  intervenuti che hanno manifestato la volontà di documentarsi, acquisire notizie e partecipare alle decisioni  su una tema di nevralgica importanza per il futuro della nostra città. Erano presenti, inoltre, il Presidente del Consiglio Comunale, numerosi Consiglieri, i Presidenti di Lega Navale Italiana, Vela Club Termini Imerese, Legambiente, BCsicilia ed esponenti di diverse appartenenze politiche.
I componenti del Comitato si sono adoperati per fornire informazioni e materiale esplicativo sugli argomenti che riguardano il porto e le sue destinazioni future.
A nome del Comitato sono intervenuti gli architetti Alessio Lo Bello e Nicola Mendolia, che hanno illustrato l’importanza del rispetto delle prerogative del Piano Regolatore Portuale. In particolare l’arch. Lo Bello ha ribadito che il Comitato non è pregiudizialmente contrario alla realizzazione del porto commerciale ma rivendica il rispetto del PRP, la valenza, dal punto di vista dello sviluppo economico, della destinazione turistica dell’area vicina alla spiaggia e alla città storica. E’ stata fermamente ribadita l’opposizione allo stravolgimento delle destinazioni e all’utilizzo dell’intero bacino portuale a traffico commerciale, per le prevedibili conseguenze negative sull’ambiente e sulla salute.
E’ stato ancora una volta sottolineato il silenzio dell’Amministrazione Comunale riguardo al Documento di Pianificazione Strategica di Sistema, pervenuto già dal 3 dicembre dello scorso anno al Sindaco di Termini Imerese e mai sottoposto al vaglio del Consiglio Comunale, così come prescritto, nonostante i previsti termini stabiliti in 45 giorni. Manifestata la necessità della trasparenza e della condivisione nel percorso decisionale riguardo a un tema che inciderà inevitabilmente sul futuro del territorio.
In ultimo, è intervenuto l’avv. Francesco Caratozzolo che, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale, ha ribadito il ruolo centrale del Consiglio circa le decisioni che verranno adottate in materia di programmazione e di destinazione delle aree portuali.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.