Il vescovo Marciante incontra i giovani della diocesi

Domenica, 16 Dicembre 2018 18:18 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(0 Voti)
L’appuntamento è stato programmato da tempo nell’ambito del “Laboratorio della speranza”, come è stato battezzato il ciclo di incontri e di confronti voluto dal vescovo Giuseppe Marciante fin dal suo insediamento e sabato, 22 dicembre, alle ore 20, presso il convento di S. Domenico a Cefalù, troverà spazio il dialogo con i giovani della diocesi.
Il vescovo Marciante ha già incontrato sindaci e operatori del territorio in un percorso che cerchi di sviscerare le problematiche comuni con l’obiettivo di trovare soluzioni concrete alle emergenze e alle urgenze sociali ed economiche che stanno decretando l’impoverimento e lo spopolamento delle Madonie.

Proprio il lavoro sarà uno dei principali argomenti in agenda il prossimo sabato, ma non solo. Una chiesa più aperta e inclusiva, infatti, che cammini sulle gambe di cristiani attivi e impegnati, perché più consapevoli della propria missione, è l’altro argomento sul quale l’azione del vescovo Marciante comincia a concentrarsi. Ciò passa attraverso una più matura attenzione per la Parola, grazie alla lettura e all’approfondimento del messaggio cristiano.

«C’è una regola d’oro – scrive il vescovo Marciante – che sta al centro del mio servizio pastorale: ascoltare e condividere. Stare nella storia dei miei fratelli». E aggiunge: «Chi è senza lavoro non ha dignità e libertà». E poi l’appello ai giovani madoniti: «Ho bisogno dei tuoi sogni, li voglio conoscere, custodire e, se possibile, realizzarli insieme a te». Una chiamata a raccolta, insomma, per ragionare insieme su dati, numeri, idee, progetti per evitare l’ulteriore emigrazione già in atto, capace solo di «ipotecare il futuro» di questo territorio e di «trasformare i nostri paesi in cimiteri».

L’incontro è promosso dal Servizio per la Pastorale sociale e del lavoro e dal Servizio per le Comunicazioni sociali della Diocesi di Cefalù.

Antonino Cicero
@AntoninoCicero1

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.