Vertenza Blutec, ennesimo incontro a Roma. E nonostante le continue dichiarazioni di volersi occupare di “Termini Imerese” il neo Ministro Di Maio era assente

Mercoledì, 13 Giugno 2018 01:16 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è concluso il tavolo tecnico per Blutec al Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico.

Presenti le rappresentanze sindacali, due funzionari della Regione Siciliana (assente sia il Presidente Musumeci sia l'assessore Turano), il sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta, il senatore Faraone e l'onorevole Miceli del Pd. Per il governo il grande assente il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio. Al termine dell'incontro il sindaco Giunta ha dichiarato: "Finalmente si intravede una schiarita nella vertenza Blutec-Invitalia. L'accordo che prevede la restituzione del primo acconto di venti milioni, con le relative  garanzie sembra vicino. Dopodiché si potrà tornare a parlare di nuovo piano industriale. Il Direttore Generale del Mise, Dott. Castano ha rassicurato che la copertura degli ammortizzatori sociali per il 2019 potrebbe individuarsi tutto sommato con tranquillità. Sono soddisfatto che si sia accolta la mia proposta di organizzare il prossimo tavolo tecnico direttamente all'interno dello stabilimento Blutec a Termini Imerese, già nella prima metà del prossimo mese. Mi sarei aspettato, in occasione del primo incontro, dopo l'insediamento del nuovo Governo, la presenza del ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che ha sempre dichiarato di volersi occupare della vertenza "Termini Imerese", e poi alla prima occasione non si è presentato. Questa assenza - continua il sindaco Giunta - ci preoccupa, appare come un segnale di scarsa attenzione verso il sud e tutte le problematiche connesse".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.