Le 15 donne del 2017 del Comprensorio Termini Cefalù Madonie secondo Esperonews

Domenica, 31 Dicembre 2017 16:51 Scritto da  Pubblicato in Comprensorio
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono imprenditrici, professioniste, insegnanti, impegnate a livello sociale, culturale e politico. Sono l’altra metà del cielo nel comprensorio Termini Cefalù, Madonie.

Delle tante che ogni giorno lavorano in questo territorio e per questo territorio ne abbiamo scelto 15 che, secondo noi, si  sono distinte nella loro attività e che possono essere rappresentative di questo 2017 appena trascorso. Abbiamo provato brevemente a raccontare chi sono. Un riconoscimento al loro lavoro, al loro impegno, al loro essere in questa parte occidentale della città metropolitana di Palermo. Un modo per sintetizzare il piccolo universo in cui si muove questo giornale. Un racconto lungo un anno. Auguri ai nostri lettori di un felice e sereno 2018.

Delia Accetta
E’ dal 2010 segretario generale dell’Associazione Amici della Musica “Salvatore Cicero” di Cefalù. Svolge attività dal 1989 nel campo della promozione, organizzazione e gestione dei servizi turistici, delle attività culturali e sociali e dello spettacolo. Ha esperienza consolidata nel campo dell’organizzazione, gestione dell’offerta turistica e in particolar modo nell’ambito del patrimonio culturale musicale Unesco. Svolge attività di mediazione fra enti pubblici e privati che si occupano di servizi culturali e dello spettacolo, sostenendo i giovani artisti siciliani, promuovendo i loro progetti artistici attraverso l’individuazione di  contributi economici e non. Tra le ultime esperienze l’organizzazione della stagione concertistica al Teatro Comunale Salvatore Cicero di Cefalù, spettacolo/concerto a Piazza Duomo e spettacoli teatro/musica organizzati presso l’Istituto Penale per minorenni Malaspina di Palermo, destinato ai giovani detenuti. La sua attività è svolta prevalentemente in sinergia con altre figure femminili, che fanno parte della cooperativa Le Baccanti, di cui è  Presidente.

Arianna Attinasi
Nel dicembre 2003, a 18 anni, ha fondato la casa editrice Edizioni Arianna che ha sede a Geraci Siculo. Nel 2015 Edizioni Arianna è diventata una società e attualmente è un grande contenitore culturale mediterraneo che lega insieme poeti, scrittori, intellettuali, musicisti e diversi lingue e linguaggi. Arianna ne cura gli eventi culturali, artistici, gli incontri con le scuole, presentazioni di libri che conciliano relazioni, readings, concerti, interventi musicali, mostre e performances pittoriche. Nel 2017, in particolare, ha scritto le musiche originali per la Video-guida Suggestioni madonite-Progetto Ben Essere del Corpo e dello Spirito prodotto da Edizioni Arianna e Alta Quota Musica per il Comune di Gangi. Con la casa editrice ha sostenuto la pubblicazione del Calendario SS 120-2017 e 2018, curato da Pietro Attinasi e dedicato alla sensibilizzazione della politica e dell'opinione pubblica sul tema della viabilità delle strade siciliane. Per sostenere la lotta alla mafia e alla violenza sulle donne, ha promosso la pubblicazione del romanzo Damiana di Vincenzo Muscarella dedicato alla “voce dei maschi per la difesa delle femmine” illustrato da Vincenzo Ognibene, con annesso cd audio, curato dal musicista Francesco Giunta, che contiene contributi di Moni Ovadia, Giuseppe Giovanni Battaglia, Pino Veneziano, Ezio Noto, Edoardo De Angelis.

Laura Barreca
Dal 2014 è Direttore del Museo Civico di Castelbuono, dove conduce una programmazione espositiva rivolta alla storia locale e all’identità mediterranea invitando artisti internazionali a creare e condividere le loro opere. L’impegno nel rafforzare le sinergie territoriali per la promozione culturale si è concretizzato recentemente con il riconoscimento di Palermo Capitale della Cultura Italiana 2018, di cui è stata membro del comitato scientifico su invito del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Palermo, e referente per l’area metropolitana delle Madonie. Grazie alle molteplici iniziative che animano periodicamente il Museo Civico con mostre, progetti editoriali, conferenze, incontri, concerti, laboratori educativi, progetti d’eccellenza di merchandising museale, in cui artisti contemporanei vengono invitati a realizzare lavori specifici ispirati al Castello dei Ventimiglia e alla sua storia, la collezione permanente dell’istituzione si è arricchita di molte nuove opere d’arte recentemente riallestite nella mostra “Schiuma di mare e attorno. Nuovo percorso. 1905-2017”.

Marilina Barreca
Laureata a Messina in medicina veterinaria e specializzata a Napoli in ispezione degli alimenti di origine animale, lavora come medico veterinario specialista ambulatoriale presso l’Asp 6 di Palermo, distretto di Petralia Sottana. Titolare dell’azienda agricola che ha ereditato con le sue due sorelle si occupa di allevamento di bovine e trasformazione del latte nel caseificio aziendale ed è produttrice della provola delle Madonie presidio slow food. E’ segretaria dell’associazione di allevatori costituita a Gangi che si occupa di valorizzazione della zootecnia del territorio e ha preso in carico il foro boario del paese, da più di cinque anni utilizzato per realizzare eventi che interessano il comparto agro-zootecnico. E’ consigliere della condotta Slow Food alte Madonie che si occupa della valorizzazione dei prodotti tipici del territorio.  Nel 2007 ho fatto parte dell’Amministrazione comunale di Gangi come assessore con delega all’agricoltura e zootecnia, politiche giovanili e pari opportunità. Candidata al Consiglio comunale di Gangi alle scorse elezione di giugno è stata confermata con 1278 voti, risultando la prima degli eletti.

Concetta Calabrese
Da oltre 25 anni si occupa di volontariato ed è Presidente della Fraternità di Misericordia di Valledolmo, l’associazione voluta da alcuni cittadini che valutando la posizione geografica del paese e le pessime condizioni delle vie di comunicazione, hanno fornito il centro con un servizio di ambulanza. Affiliandosi alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, ha ottenuto l’autorizzazione al trasporto sanitario, ed è iscritta al Registro Regionale del Volontariato e all’Albo regionale e nazionale di Protezione Civile. L’Associazione oggi conta 400 iscritti, tra barellieri, autisti e centralinisti, che assicurano un servizio di soccorso sanitario H 24. Inoltre l’Associazione è gestore di un eli-superficie, autorizzata da parte dell’ENAC all’atterraggio del volo notturno.  Concetta Calabrese è inoltre coordinatore provinciale per la confederazione nazionale delle misericordie d’Italia, Consigliere del Centro servizi per il Volontariato di Palermo e referente di protezione civile per le provincie di Trapani, Palermo e Caltanissetta. Nell’ultimo anno ha partecipato all’emergenza maltempo occupandosi delle persone sole e dializzate, e ha diretto, nel terremoto ad Amatrice, la cucina e la mensa di Cascia che erogava 1600 pasti giornalieri. Inoltre  con un gruppo di volontari specializzati, ha attivato diversi progetti, mirati ai diversamente abili ed anziani svolgendo con essi attività  laboratoriali.