Dopo il controllo dei Nas al pronto soccorso di Termini, segnalato un medico alle autorità. Custodiva farmaci scaduti

Lunedì, 16 Gennaio 2017 13:12 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(3 Voti)
Primo effetto del blitz dei Nas dell'11 gennaio al pronto soccorso di Termini Imerese.
Dopo gli accertamenti compiuti dai carabinieri in ospedale, è stato segnalato all'autorità giudiziaria un medico dell'unità operativa, perché negli armadietti delle stanze per l'emergenza sono state trovate tredici confezioni di medicinali scaduti, tra i quali due farmaci salvavita. I carabinieri, tra l'altro, hanno pure accertato la mancanza di alcuni locali necessari, che debbono essere presenti in un'area di emergenza perché possa operare a regola d'arte, ed il mancato funzionamento della "camera calda", l'area di arrivo delle ambulanze, chiusa ed a temperatura più alta di quella esterna, dove fare scendere i pazienti in barella. La camera è stata già realizza, ma non è climatizzata a dovere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.