DITELO A ESPERO. Le Madonie impreparate a questa “due giorni” di bufera

Sabato, 07 Gennaio 2017 13:44 Scritto da  Pubblicato in Madonie
Vota questo articolo
(1 Vota)

Situazione difficile in tutte le alte e basse Madonie, dove in questi due giorni tutti i paesi sono stati colpiti da basse temperature e da situazioni di bufere che per tutta la giornata di sabato non cesseranno, e le nevicate hanno raggiunto limiti di oltre il metro a Piano Battaglia e di 50 cm nei centri montani.

Purtroppo i comuni Madoniti , seppur con tutta la volontà di mezzi propri e della Protezione Civile non riescono a venire incontro alle esigenze delle cittadinanze che  chiedono di limitare i disagi che si hanno all'interno dei paesi. Spiazzati da questa due giorni di bufera, i cittadini si sono rintanati all'interno delle proprie abitazioni e si limitano nell'uscire, soltanto per giusta causa. Problema di corrente elettrica si è avuto a Caltavuturo e non da escludere anche oggi in altri paesi visti il vento che avvolge i comuni limitrofi. Il problema principale all'interno dei paesi è quella che, alla neve di ieri che non è stata tolta o fatta parzialmente, ci si è aggiunta quella di questa notte e quella tutt'ora in corso, quindi un aumento che ad oggi, rischia veramente di non far mettere piedi fuori.
In nottata la bassa temperatura ha reso ancor di più pericolosa e dannosa la situazione, andando a formare delle lastre di ghiaccio su quella poca tolta dai mezzi, quindi pericolosa e impossibile da praticare. Strade chiuse e mezzi in panne su strade interne, dove i Carabinieri di Petralia Sottana e il Corpo Forestale e Nucleo Soccorso Montano di Polizzi Generosa stanno operando su tutto il territorio madonita per cercare di liberare i viandanti e rendere libere le strade da eventuali emergenze che come sempre debbono essere messe in preventivo, come  è stato per un intervento di supporto dei Carabinieri da Castellana Sicula a Caltavuturo, e dal problema del nosocomio Madonna dell'Alto di Petralia con la pista innevata  per elisoccorso che, a voce del sindaco Inguaggiato si sta provvedendo a ripristinare ! Solo il miglioramento e l'innalzamento delle temperature potrà sollevare i problemi che si stanno avendo e verificando all'interno e all'esterno dei comuni stessi, quindi una ripresa per le Madonie che certamente non avrà per qualche periodo, il problema della crisi idrica che si sta verificando a Palermo !
Antonio David

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.