Nuova emergenza idrica a Campofelice di Roccella

Venerdì, 02 Maggio 2014 15:02 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(1 Vota)

Da qualche giorno per una seria di guasti alla rete idrica i cittadini di Campofelice di Roccella non vengono approvvigionati di acqua potabile. Gli operatori stanno lavorando per l'individuazione e la riparazione delle perdite. 

Da stamattina, su richiesta dell'amministrazione comunale, gli operatori della ONVGI (Organizzazione Nazionale Volontari Giubbe d'Italia) di Campofelice di Roccella sono stati attivati dalla centrale operativa di Protezione civile della provincia regionale di Palermo per creare alcuni punti di approvvigionamento di acqua potabile con l'utilizzo di autocisterne. La situazione in alcune case e condomini inizia ad essere critica e il prolungarsi della mancanza dell'acqua nei rubinetti delle abitazioni potrebbe portare a una nuova emergenza come quella dello scorso settembre quando alcune zone del paese restarono senza acqua per settimana con tutti i disagi del caso. Anche in quell'occasione gli operatori delle Giubbe d'Italia di Campofelice intervennero per ridurre al minimo i disagi della popolazione. L'amministrazione comunale è costantemente informata sulla situazione.

Una postazione per l'approvvigionamento di acqua potabile è stato disposto in viale delle nazioni di fronte Puccio Gomme. 22 operatori stanno lavorando sull'intero territorio con 2 cisterne di acqua potabile. La protezione civile ha iniziato un servizio di approvvigionamento a domicilio dando priorità alle famiglie con anziani e disabili.
In alcune zone del paese la situazione sta tornando lentamente alla normalità.
Il servizio della protezione civile si svolge dunzue in due modi: attraverso l'erogazione al pubblico con una autobotte in viale delle Nazioni e con interventi nei condomini e nelle case.
Per qualunque necessità la popolazione può rivolgersi al numero 3459664051.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.