“Non vogliamo essere più presi in giro”. Ex operai dell'indotto Fiat bloccano l’uscita dei carri di Carnevale. Disposti a far uscire solo quello del “nannu ca nanna”

Domenica, 10 Febbraio 2013 13:38 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ex operai dell’indotto Fiat bloccano da stamattina i cancelli dei depositi da dove dovrebbero uscire oggi pomeriggio i carri di carnevale. “Siamo stanchi di essere presi in giro dal governo regionale” Così gli operai motivano la protesta che farà saltare la classica sfilata dei carri allegorici. Da mesi gli operai aspettano una risposta che dovrebbe garantire loro la cassa integrazione in deroga.

Siamo qui - afferma Roberto Mastrosimone della Cigl provinciale - per protestare contro l’amministrazione comunale e soprattutto regionale perché i lavoratori che dal primo gennaio non ricevono la cassa integrazione sono stanchi di attendere risposte che non arriva mai”. Da parte loro gli organizzatori del carnevale non condividono questa protesta estrema che danneggia solo le maestranze che hanno lavorato alla realizzazione della manifestazione. Affermano di essere disponibili ad offrire uno spazio sia nel corso della manifestazione che durante lo spettacolo musicale. Ma niente da fare. Gli operai sono disposti a far uscire soltanto il carro che ospita le maschere delle maschere tipiche del “nannu ca nanna”. Alle 14,30 una riunione al Comune per decidere cosa fare.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.