Ventotto sindaci protestano contro la chiusura della sede Inail

0
519

“Non possiamo perdere la sede Inail di Termini Imerese”. Questo è lo slogan che in questo particolare momento storico, accomuna tutti gli Amministratori locali, determinati a scongiurare la chiusura della sede Inail per salvare un servizio fondamentale nel territorio. La chiusura di questa importante struttura territoriale determinerebbe per le imprese la perdita di un fondamentale punto di riferimento e supporto nello svolgimento di tutte le funzioni amministrative.In un’ottica di riduzione della spesa e, quindi, di accorpamento, la possibile chiusura della sede Inail di Termini Imerese provocherebbe non pochi disagi ad una utenza infortunata, costretta a spostarsi nel capoluogo di provincia.

Un ulteriore problema sarebbe rappresentato dal “destino” che spetterebbe agli operatori che fino a questo momento hanno prestato servizio presso la sede Inail di Termini Imerese e che sarebbero costretti probabilmente alla mobilità con conseguente disagio dal punto di vista professionale, ma anche personale. Questo territorio si trova già in una situazione di notevole difficoltà, determinata in primis dalla chiusura dello stabilimento Fiat di Termini Imerese che ha investito anche l’indotto abbassando di molto le possibilità di rilancio economico e di promozione sociale di tutto il comprensorio.“Per la rinascita economica dell’Italia – scrivono i sindaci del territorio – siano inevitabili interventi di razionalizzazione della spesa pubblica, non si ritiene legittimo che vengano “tagliati” i servizi di pubblica utilità, soprattutto in un territorio che sembra, nei fatti, rimasto “solo” di fronte all’emergenza, abbandonato, fino a questo momento, dalle Istituzioni nazionali e regionali. Termini Imerese e il suo territorio ha già “pagato” un prezzo altissimo l’attuale crisi e ha bisogno di tutti i presidi necessari per garantire i diritti dei lavoratori e promuovere la cultura della legalità. Pertanto, in attesa che le parti sociali, le associazioni di categoria e i rappresentanti delle forze politiche si mobilitino e condividano i nostri obiettivi, noi Sindaci dei Comuni e Presidenti dei rispettivi Consigli comunali del comprensorio chiediamo che vengano attivate tutte le iniziative e le strategie idonee a contrastare la chiusura della sede Inail di Termini Imerese”.