E' di nuovo tempo di proteste a Termini Imerese a pochi giorni dalla fine dell'anno quando tutti gli ex operai Fiat saranno licenziati. Blocco del traffico e sit in davanti l'ex stabilimento, dopo l'uscita di scena di Grifa e l'interessamento di Metec.
Anche i sindacati nazionali e locali attaccano a testa bassa.

Pubblicato in Termini Imerese

Oltre 10 mila persone hanno protestato oggi a Palermo alla manifestazione Fiom al quale era presente il segretario nazionale Maurizio Landini. In piazza metalmeccanici, pensionati, studenti e lavoratori da tutta la regione in un momento caldo per le tante vertenze aperte nell'Isola: la Fiat di Termini Imerese, l’Ansaldo Breda, l'Italtel, i lavoratori di Gela, l'Accenture, i Cantieri navali di Palermo e di Messina e la Keller.

Pubblicato in Termini Imerese

Domani alle 14, al Ministero dello Sviluppo Economico, si terrà un incontro decisivo per il futuro dell'ex-stabilimento Fiat, inattivo ormai da quasi tre anni.
Sul tavolo dell'incontro al MISE tra sindacati, azienda e istituzioni, ci sarà la proposta di Grifa considerata da molti l'ultima spiaggia per le 1100 tute blu che a fine anno vedranno scadere la cassa integrazione e che potrebbero ricevere già fra 5 giorni l'annuncio per tanto tempo scongiurato, l'apertura delle procedure di licenziamento per tutti i lavoratori.

Pubblicato in Termini Imerese
Tutti chiamati a raccolta a Termini Imerese davanti ai cancelli della Fiat giovedì prossimo, alla vigilia del tavolo tecnico convocato o presso il Ministero dello Sviluppo Economico per venerdì 31 gennaio, per un'assemblea pubblica organizzata da Fim, Fiom e Uilm per riaccendere l'attenzione sulla vertenza che interessa gli operai della fabbrica e dell'ex indotto della casa automobilistica torinese.
Sarà presente anche il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini.
Pubblicato in Termini Imerese