Sabato, 25 Febbraio 2017 19:00

In tre arrestati per estorsione e furto

Sono stati tratti in arresto perché accusati di estorsione aggravata e furto.
Pubblicato in Area metropolitana

I Carabinieri in esecuzione di un ordine di esecuzione di misura cautelare emesso dal GIP di Termini Imerese su richiesta della locale Procura della Repubblica, hanno sottoposto agli arresti domiciliari un gioielliere e all’obbligo di dimora, un commercialista entrambi  indagati per “estorsione” e “favoreggiamento”.

Pubblicato in Area metropolitana

Eseguite dai Carabinieri del R.O.S. tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. di Palermo su richiesta dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di soggetti accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni dei responsabili di una sala bingo.

Pubblicato in Area metropolitana

Ad alcuni mesi di distanza dall'arresto per estorsione, ieri è arrivata la condanna.

Pubblicato in Termini Imerese

Passata in giudicato la condanna di Giovanni Rao e Maurizio Lucchese, i due estorsori dello chef Natale Giunta. 

Pubblicato in Termini Imerese

Nella serata di ieri a Termini Imerese, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia cittadina, hanno arrestato due persone in esecuzione di ordinanza della misura cautelare della custodia in carcere, per concorso in estorsione ai danni di un venditore ambulante e del suo datore di lavoro.

Pubblicato in Termini Imerese

Nella mattinata del 3 agosto 2015, a Santa Flavia e presso il carcere di Tolmezzo (UD), i Carabinieri hanno notificato un’ordinanza del GIP di Palermo che dispone l’applicazione di misura cautelare per il reato di tentata estorsione, in concorso, aggravata dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare Cosa Nostra, nei confronti di Pietro Liga, arrestato nel maggio 2013 nell’ambito dell’operazione di polizia ARGO e condannato, in via definitiva, a 10 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione, in quanto esponente della famiglia mafiosa di Bagheria; Rosa Costantino e Maria Liga, rispettivamente moglie e figlia dell'uomo, sottoposte alla misura degli arresti domiciliari.

Pubblicato in Area metropolitana

Il difensore di Roberto Helg, il presidente della Camera di Commercio di Palermo arrestato mentre intascava una tangente da 100.000 euro, l'avvocato Fabio Lanfranca, ha rinunciato al suo incarico "per ragioni di incompatibilità". Lo ha annunciato all'Adnkronos lo stesso legale, che è anche il difensore di Confcommercio.

Pubblicato in Area metropolitana

La Corte d'Appello, ha confermato la sentenza di condanna degli imputati accusati di avere tentato un'estorsione allo chef palermitano Natale Giunta. Ai tre è stata riconosciuta l'aggravante di aver favorito la mafia. Sei anni la condanna per Antonino Ciresi: sarebbe stato lui a chiedere a Giunta di pagare il pizzo quando lo chef gestiva la società di catering Ng Service.

Pubblicato in Termini Imerese

Scene di follia nella scorsa nottata, in un’abitazione del centro storico. Protagonista dell'accaduto un 24enne romeno, finito in manette con l’accusa di tentata estorsione.

Pubblicato in Area metropolitana
Pagina 1 di 2