I Comuni tentano di rilanciare il turismo e le presenze di vacanzieri proponendo cartelloni estivi che mettono insieme musica, cultura, spettacolo e tradizione. Ma la crisi economica costringe gli amministratori locali a limitare costi ed eventi. E per molti la stagione estiva si è ridotta ormai al solo mese di agosto. Si fa affidamento molto di più alle “forze interne”, a associazioni e gruppi musicali dei propri paesi, limitando al minimo i grandi nomi. Ma diversi sindaci hanno rinunciato all’idea di predisporre un calendario. E non per scelta ma per assoluta mancanza di fondi

Pubblicato in Comprensorio