Le Notti di BCsicilia a Castelbuono: la musica del maestro Cannizzaro fa rivivere l’organo del Cinquecento

0
754

Un pubblico attento e sensibile ha potuto ieri sera assaporare la magia delle note sapientemente prodotte dal maestro Diego Cannizzaro e scaturite dal prezioso organo cinquecentesco della chiesa di San Francesco, uno dei pochissimi organi quasi completamente intatti esistenti in Italia e in Europa e l’unico al mondo ad avere un accordatura spagnola ormai persa nelle trame del tempo.
Dopo l’apertura a cura di Giuseppe Rotondo, presidente della Sede BCsicilia di Castelbuono e gli interventi di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia e di Mario Cicero, sindaco di Castelbuono, precedute dalla paziente guida all’ascolto fornita dal maestro Cannizzaro si sono avvicendate melodie più antiche risalenti al periodo di nascita della musica per organo e brani più raffinati e meditativi appartenenti alla tradizione spagnola e siciliana.
La bellezza della chiesa, il lirismo intenso emanante dai brani, la sensibilità sopraffina dell’esecutore e la sintonica partecipazione del pubblico hanno dato vita ad una atmosfera carica di vibrazioni in piena armonia con l’obiettivo della manifestazione: tracciare un percorso, esplorando l’immenso patrimonio musicale giunto a noi dai secoli che sono stati la culla della musica rinascimentale e barocca, per giungere alla memoria dell’ essenza musicale e percepirne intatto il messaggio di profonda spiritualità. L’iniziativa è stata organizzata da BCsicilia sede di Castelbuono in collaborazione con l’Accademia Valdemone.
Stella Albanese