Sciara: agricoltori donano parte del raccolto alla “Missione di Speranza e Carità”

0
900

“In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25 – 31,46).

Chiusa la parentesi agricola invernale, un gruppo di agricoltori di Sciara ha voluto donare parte del raccolto alla”Missione di Speranza e Carità” fondata da Biagio Conte, il missionario che si è spento lo scorso anno a seguito di una grave malattia. I semi da lui piantati durante il suo cammino missionario continuano però a dare frutti prodigiosi, e ricordano quello che è l’insegnamento fondamentale del Vangelo: l’amore.

Da qualche anno infatti a Caccamo e Sciara, adesso anche in altri paesi del nostro Comprensorio, sono nati dei gruppi di volontari che si adoperano quotidianamente per soddisfare quanto più possibile, i fabbisogni degli ospiti della Missione. Grazie ad una collaborazione tra il gruppo “Gli Amici della Missione” di Sciara e gli agricoltori di quest’ultima, è stato possibile far arrivare un carico del prodotto agricolo principe del paese: il carciofo spinoso.

Un gesto che però non rimarrà isolato. L’obiettivo di questi agricoltori è infatti quello di far partire, dal 2024, un carico di prodotti agricoli ogni settimana così da permettere alla Missione di avere prodotti sempre freschi e soprattutto di qualità. Il tutto coordinato dal gruppo di Sciara e da Michele Mannina, storico volontario caccamese che segue da anni la vita della Missione. Un gesto che Biagio avrebbe definito: “mandato dalla Provvidenza”, e che adesso questo suo insegnamento rappresenta un faro per tutti gli uomini e le donne di buona volontà.