Sicilia, Ritornano le ex Provincie: impegno del Presidente della Regione Schifani

0
409

Le ex Province regionali furono abolite in Sicilia con legge regionale nel 2013, voluta allora dal governo presieduto da Rosario Crocetta.

Gli enti furono sostituiti da Liberi Consorzi e vennero istituite le tre città metropolitane di Palermo, Catania e Messina. L’elemento cardine della legge fu la soppressione del voto diretto, gli organismi dei Liberi Consorzi, infatti, sarebbero stati di secondo livello, eletti non dal popolo ma dai Consigli comunali dei paesi delle ex province. Da allora sono passati nove anni e alla guida dei nuovi enti si sono succeduti diversi commissari nominati dalla Regione. Oggi vivono una profonda crisi finanziaria.
Adesso le ex nove province potrebbero rinascere con organismi eletti direttamente dai cittadini. Questo è l’impegno preso pubblicamente dal nuovo Presidente della Regione Siciliana Renato Schifani durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2022/2023 della Facoltà di Medicina e Farmacia dell’Università rumena “Dunărea de Jos” din Galați alla Kore di Enna.
«Uno dei primi atti del mio governo – ha affermato il presidente Schifani – dovrà essere quello di trovare una soluzione legislativa che permetta di reintrodurre le vecchie Province e con elezione diretta. Non è un fattore squisitamente elettorale o campanilista, ma oggi mancano gli interlocutori per alcuni servizi di base. È necessaria una presenza istituzionale sul territorio più efficace, più capillare. Presenteremo un disegno di legge in questa direzione, e spero che su questo ci possa essere collaborazione anche con le opposizioni».