Termini Imerese, 50 anni fa scompariva Salvatore Cimino, il parlamentare che fece costruire il nuovo Ospedale

Sabato, 25 Settembre 2021 02:54 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il 25 settembre di 50 anni fa, nel 1971, moriva a 67 anni Salvatore Cimino, medico e deputato della Regione Siciliana, passato alla storia per avere fatto realizzare il nuovo ospedale di Termini Imerese che oggi porta il suo nome.
Fu medaglia  d’oro al merito della Sanità Pubblica, socio della Società Italiana di Chirurgia e dell’Accademia Medica di Palermo.
Conseguita la licenza liceale, si  iscrive nella facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Palermo, dove si laurea con la lode a ventitré anni. Vincitore del concorso per Assistente presso la Clinica Chirurgica dell’Università, libero docente in Patologia Chirurgica e in Clinica Chirurgica Generale e Terapia Chirurgica.
Nel 1940, viene inviato a Bengasi e poi a Barce, quale capo reparto di chirurgia, meritandosi la proposta per la concessione della medaglia d’argento al Valor Militare.
Successivamente, il Ministero della Difesa gli ha conferito la croce al V.M. con la seguente motivazione: “Medico chirurgo di un ospedale da campo, in più giorni di affluenza continua presso la sala operatoria di numerosi feriti, in maggior parte gravi. Sebbene l’ospedale medesimo fosse fatto segno a reiterati bombardamenti e mitragliamenti aerei a bassa quota, che facevano vittime nella sua ristretta zona, continuava sereno e incurante del pericolo a operare e medicare i feriti, salvandone molti da sicura morte. Dava così prova di alte virtù militari e professionali.”
Fatto prigioniero, nel febbraio 1941, e assegnato all’ospedale per i prigionieri di guerra di Sonderwater (Sud Africa), vi dirige i reparti di chirurgia fino al 1945. Rientrato in patria, riprende le sue funzioni presso l’Università di Palermo.
Nel 1951, e per le successive tre legislature, viene eletto Deputato all’Assemblea Regionale Siciliana per la Democrazia Cristiana. Più volte Assessore: all’Edilizia Economica e Popolare, alla Presidenza, con delega al Turismo, Spettacolo e Sport, igiene e Sanità (dal 25 novembre 1957 al 30 ottobre 1958). Nel 1967 si ritira volontariamente dalla vita politica.
Fabio Lo Bono
Fonte: Enzo Giunta – Profili di termitani illustri – Editrice Gasm

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.