Cannabis nascosta nelle campagne, in tre ai domiciliari. GIP di Termini Imerese convalida gli arresti

Domenica, 04 Luglio 2021 00:55 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il valore stimato della piantagione e della sostanza stupefacente sequestrata è di circa 100.000 euro.

I Carabinieri della Stazione di Misilmeri hanno arrestato in flagranza di reato tre palermitani, un 51enne e due 31enni, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di coltivazione, produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.
Nel corso di un servizio mirato al contrasto dei reati in materia, i militari hanno eseguito un controllo all’interno di un terreno alla periferia di Misilmeri, sorprendendo i tre uomini mentre irrigavano una piantagione di cannabis da quasi 650 esemplari, con fusti alti oltre il metro e mezzo e in ottimo stato di maturazione. La perquisizione, estesa anche a un magazzino presente all’interno del fondo, ha consentito di rinvenire anche circa 13 chili di marijuana già essiccata e parzialmente confezionata e pronta per l’immissione in commercio, oltre a materiale per la pesatura ed il confezionamento.  
Il GIP di Termini Imerese ha convalidato gli arresti e disposto per i tre la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. In due erano già noti alle forze dell’ordine.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.