Proposta di CittadinanzAttiva e Uniti per le Madonie: affidiamo al Giglio di Cefalù la gestione dell’Ospedale di Petralia Sottana

Domenica, 18 Aprile 2021 23:59 Scritto da  Pubblicato in Madonie
Vota questo articolo
(0 Voti)

Da oltre un anno CittadinanzAttiva Cefalù Madonie  e Uniti per le Madonie ha elaborato una  proposta che prevede la creazione di un Sistema Socio Sanitario integrato,

interconnesso e complementare da realizzare all’interno dell’Area Interna delle Madonie e dei comuni della fascia costiera gravitazionale a partire da Cefalù.
Della fattibilità della proposta ne hanno discusso ai diversi livelli di interlocuzione e di responsabilità scientifiche, tecniche ed amministrative. Tutti hanno concordato sulla originalità e fattibilità della proposta che, peraltro, non avrebbe costi aggiuntivi rispetto a quanto si spende adesso nel medesimo territorio. In estrema sintesi si tratterebbe di affidare alla Fondazione Giglio di Cefalù la gestione anche dell’Ospedale Madonna dell’Alto di Petralia Sottana  e la unificazione dei distretti socio sanitari di Petralia Sottana e Cefalù, apportando le modifiche conseguenziali ai Piani regionali Ospedaliero e Socio Sanitario. Inoltre i soci Fondatori della Fondazione Giglio,che ricordiamo essere  la Presidenza della Regione Siciliana, il Comune di Cefalù e l'Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, dovrebbero solo adottare piccole modifiche allo Statuto, nel caso si rendessero necessarie.
“Avremmo voluto presentare – scrivono io promotori - la proposta in un apposito convegno che avevamo programmato fin dal Settembre scorso, ma le restrizioni imposte dall’Emergenza Covid, ce lo ha impedito. Oggi, alla luce anche del nuovo aggravarsi della disponibilità di posti letto Ospedalieri dedicati ai ricoverati covid,  ai ritardi nella campagna Vaccinale per gli anziani “ over 70 “ ed alla firma della Convenzione di collaborazione con la Fondazione Policlinica Gemelli di Roma, abbiamo ritenuto di non aspettare oltre e di formalizzare la nostra proposta con una nota che abbiamo inviato al Presidente Musumeci, al D. G. Mario La Rocca, al Direttore Generale dell’Asp di Palermo Daniela Faraoni, al C D A della Fondazione Giglio, al Sindaco di Cefalù ed a tutti gli altri Sindaci dei due Distretti socio sanitari.
Siamo pronti a dimostrare in ogni sede i vantaggi che ne deriverebbero , in primo luogo per i cittadini utenti , sono di molto superiori rispetto alle eventuali obiezioni che qualcuno potrebbe far rilevare, anche strumentalmente ed egoisticamente. Per tale  ragione abbiamo chiesto al Presidente Musumeci l’ attivazionedi un tavolo tecnico – istituzionale  che possa valutare la fattibilità della Nostra Proposta  ed ai Sigg. Sindaci di portare la stessa all'attenzione dei rispettivi Consigli Comunali, per una auspicabile discussione. Auspichiamo inoltre che tutte le forze politiche, sociali e dell’Associazionismo dell’Area interessata alla proposta, vogliano partecipare alla discussione ed, occorrendo, alle iniziative di rivendicazioni, laddove la proposta non dovesse trovare accoglienza da parte delle autorità responsabili”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.