Termini Imerese, Ex Blutec, Musumeci scrive a Giorgetti: si convochi a Roma un Tavolo di crisi

Domenica, 14 Marzo 2021 12:16 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)

Un tavolo di crisi da convocare nel più breve tempo possibile sulla situazione della ex Blutec di Termini Imerese per dare risposte ai lavoratori dello stabilimento, la cui cassa integrazione scadrà a giugno.

Lo ha chiesto, con una lettera inviata al ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.
Dopo le vicende giudiziarie che l’hanno coinvolta, la "Blutec" è stata ammessa all’amministrazione straordinaria e, nell’ottobre dello scorso anno, i commissari hanno presentato al Mise il Programma di riequilibrio economico. Da allora l’iter del procedimento è pendente, anche a causa della crisi del Governo nazionale e del cambio al vertice del Ministero.
«Oggi la preoccupazione che crea inquietudine negli oltre 600 lavoratori (a parte l’indotto) - scrive Musumeci - è che la cassa integrazione è stata autorizzata fino al mese di giugno 2021, termine entro il quale, presumibilmente, il Ministero dovrebbe concludere l’analisi del Piano. Il programma di reindustrializzazione del sito di Termini Imerese, per il quale siamo pronti a fare la nostra parte - continua il Governatore - e la salvaguardia dei lavoratori, rientrano tra le priorità del mio Governo ed assumono ancora più rilievo in questo momento di grave crisi sociale ed economica che viviamo a causa della pandemia da Covid-19».
Con la lettera al ministro Giorgetti, il presidente della Regione ribadisce la posizione del governo regionale al fianco dei lavoratori, chiedendo di «riscontrare le richieste inoltrate dalle segreterie regionali e nazionali dei Sindacati a cui mi permetto di aggiungere quella della Regione Siciliana - conclude Musumeci - convocando nel più breve tempo possibile a Roma il Tavolo di crisi».
Sulla vertenza ex Blutec arriva il sostegno della Ugl metalmeccanici Sicilia alla richiesta di convocazione al Mise avanzata dal presidente della Regione Musumeci. “Sosteniamo con forza la richiesta inviata dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, per un incontro sulla crisi dell'ex Blutec di Termini Imerese e del suo indotto." E' il commento del segretario aggiunto nazionale, nonchè regionale per la Sicilia, Angelo Mazzeo della Ugl metalmeccanici, che ricorda come nei giorni scorsi anche il sindacato (a firma del segretario nazionale Antonio Spera) aveva avanzato analoga istanza all'indirizzo di Giorgetti. "Ci auguriamo adesso che, grazie all'interessamento dell'Amministrazione regionale, ci si possa sedere in tempi brevi attorno ad un tavolo prima di tutto per discutere della proroga degli ammortizzatori sociali e poi, in particolar modo, per fare il punto della situazione sul piano di reindustrializzazione dell'area ancora fermo al palo. In piena sinergia con il presidente Musumeci e gli assessori regionali Mimmo Turano (delle Attività produttive) e Antonio Scavone (della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro), continueremo a lavorare affinchè vi siano risposte concrete per i 700 dipendenti diretti e le 600 unità lavorative afferenti l'indotto. Siamo certi - conclude Mazzeo - che anche la deputazione siciliana, in particolare quella vicina al ministro stesso, si associ alla nostra sollecitazione per un'immediata convocazione al Mise.”

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.