Castelbuono, Promotori per il Teatro Le Fontanelle: non esisteva nessuna stradella che portava al vecchio cinema

Lunedì, 01 Marzo 2021 22:12 Scritto da  Pubblicato in Dillo a Espero
Vota questo articolo
(0 Voti)
Negli ultimi giorni abbiamo assistito a varie esternazioni del sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, rivolte ai Promotori del Manifesto per il Teatro Le Fontanelle, sottoscritto da più di mille persone; due le più clamorose.
La prima, che “qualcuno” cioè noi, vogliamo fare perdere il finanziamento. Niente di più falso, e non è agitando questo spauracchio che ci fermeremo. Si adoperi lui invece, se conosce cause imputabili all’amministrazione che potrebbero portare a ciò, a rimuoverle con urgenza.
La seconda: intervenendo sulla spinosa questione che lo vede ostinatamente a difesa del progetto di una sala multifunzionale da realizzare al posto del cine teatro Le Fontanelle, il Sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, parla della “stradella” progettata in piena zona archeologica poche decine di metri a valle del trecentesco Castello dei Ventimiglia, “che porta alla base del Cinema”, e, per la verità, ancora più in là. In realtà la cosa che fa ancora più sorridere è l'affermazione secondo cui la strada lato valle esisterebbe da 40 anni. Si proprio 40 anni!  Peccato che i castelbuonesi da quarant’anni a 4 anni fa non se ne siano accorti.
Capiamo il nervosismo del primo cittadino, ma nei fatti con la nostra ricostruzione abbiamo dimostrato il contrario. Accertato che la “stradella” non è mai esistita e che non può essere prevista in quella zona, si rassegni a rinunciare alla “stradella”, e si adoperi invece per restituire ai castelbuonesi il loro Teatro.
Il Sindaco, della cui trasparenza siamo certi, siamo sicuri ci possa chiarire come sono andate le cose o, ancora meglio, prendere atto della realtà delle cose e rinunciare alla “stradella”
In paese ci conosciamo tutti (cit. Sindaco) e per questo TUTTI, a Castelbuono ma anche fuori, devono poter conoscere che cosa succede a Castelbuono.
L’unica traccia esistente, fino al 2017, mai utilizzata da nessuno, era in realtà una lingua di terreno, un precario camminamento pedonale di due o tre decine di metri che correva alla base del poggio fino alla porta di San Cristoforo, che si affaccia sul lato valle, ma sicuramente il camminamento non arrivava all’edificio del Cine teatro Le Fontanelle I monelli castebuonesi di tante generazioni, che ci andavano a giocare, ricordano perfettamente come là non ci sia mai stata alcuna strada.
Ma lasciamo la parola alle immagini:

Foto 1. Ancora nel 2009 dove si vede che gli elementi graticolati sono posti esclusivamente a protezione per la grande altezza del muro.