Omicidio Roberta Siragusa: il grande cuore di Caccamo e non solo, #iosonoroberta

Domenica, 31 Gennaio 2021 14:14 Scritto da  Pubblicato in Caccamo
Vota questo articolo
(1 Vota)
È passata una settimana dal barbaro omicidio della diciassettenne caccamese Roberta Siragusa, una ragazza normale, con tanti sogni e un'intera vita davanti per realizzarli ma qualcuno ha ignobilmente interrotto la sua vita.
Ma Roberta vive nel ricordo e nel cuore delle persone la amavano e le volevano veramente bene e lo dimostra il fatto che l'intera città di Caccamo si è stretta al dolore che la famiglia di Roberta ha vissuto e sta vivendo. Fin dal primo istante sono stati tanti i messaggi di vicinanza alla famiglia e al ricordo della giovane che ha scosso i cuori di una intera comunità e non solo, perchè la notizia è subito tristemente rimbalzata alle cronache nazionali, addirittura quello di Roberta è stato il terzo femminicidio da inizio del 2021, un numero che nessuno desiderava avere. A Caccamo intanto i cittadini si sono mobilitati per rendere omaggio a Roberta e infatti sono spuntati diversi striscioni con le scritte: "io sono Roberta" o ancora "Roberta Vive", una panchina color rosso è stata adornata di scritte e fiori dal giovane prof. caccamese Dario Spatafora il quale postando la foto su Facebook ha così commentato: "Mi tremavano le mani, ieri, il cuore in gola, mentre scrivevo quel nome su quella panchina che doveva essere solo un simbolo, un segno della lotta contro la violenza sulle donne, un impegno che il nostro paese ha portato e mantenuto, invece adesso è diventata un monumento, una memoria, memoria immediata. Si una memoria immediata per il presente, una memoria perenne per il futuro, per queste generazioni e per le generazioni che verranno. Perchè nessun altro nome sia mai più scritto su quella panchina. Nemmeno il nome di Roberta doveva essere scritto, ma rimanga adesso come memoria di quello che è stato. Mai più. Mai più.", la panchina si trova all'interno della villa comunale di Caccamo. Alcuni cittadini inoltre hanno spontaneamente organizzato una colletta da devolvere alla famiglia e la madre di Roberta appreso quanto stava accadendo ha voluto informare che i soldi raccolti serviranno per organizzare dei momenti in ricordo della figlia. Vicinanza arrivata anche dai comuni, dalle scuole del comprensorio e a proposito di scuole anche le alunne del primo anno, corso Operatore del Benessere - Estetica dell'Euroform sede di Termini Imerese hanno dedicato un video a Roberta, alcune delle ragazze erano anche amiche della giovane. 
Giovanni Azzara


Il video delle ragazze dell'Euroform di Termini Imerese



Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.