Cefalù Film Festival: vince l’iranaiano Ebad Adibpour con “Six Home”

Venerdì, 30 Agosto 2019 16:59 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(0 Voti)

Cefalù film festival parla iraniano. La quarta edizione del festival è stata vinta dal cortometraggio «Six home» di Ebad Adibpour, giovane regista che vive ad Ahwaz, città capoluogo della provincia del Khūzestān, in Iran.

Il film è stato realizzato in una regione montuosa di un villaggio abbandonato colpito dalla guerra. Il corto narra, in appena 3 minuti e 45 secondi le tristi conseguenze della guerra che miete tantissime vittime innocenti tra i bambini. Erano venti i corti giunti in finale, scelti tra i 2.644 iscritti al Festival. Al vincitore è andato anche il premio “Scicolone” di mille euro. La quarta edizione del Cefalù film festival quest’anno si è tenuta nella splendida location della Base logistico addestrativa guidata dal comandante il Ten. Col. Antonino D’Agostino. Alle spalle di Six Home, secondo classificato Wonderwall di Alexander Denysenko (Ukraina), terzo Chil Honesty di Mehdi Tohidi (Iran). Riconoscimenti speciali: 
Miglior Cortometraggio straniero: Six Home.
Premio speciale della giuria: Wonderwall.
Miglior Attrice: Arianna Ricciardi in She is Alone di Samuel Di Marzo (Italia).
Miglior Attore: Paolo Rozzi in Don't talk to the strangers di Diego Carli (Italia).
Miglior Cortometraggio di aninazione: Like and Follow  di Tobias Schlage / Brent Forrest (Ger. / Can.).
Miglior Sceneggiatura: Malatedda  di Diego Monfredini (Italia).
Miglior Colonna Sonora: film Nature, musiche di Benjammin Tissot.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.