Isnello, salvata la speleologa caduta nell’Abisso del vento. Il sindaco: abbiamo seguito fin dall’inizio le varie fasi di soccorso

Domenica, 16 Dicembre 2018 15:25 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è concluso dopo circa 12 ore, il complesso intervento di soccorso ad una speleologa, 42 anni di Brolo, rimasta ferita ieri pomeriggio dentro l’Abisso del vento, la grotta in territorio di Isnello.

La donna era scivolata procurandosi la sospetta frattura di una gamba mentre si trovava ad una profondità di circa 100 metri, durante un'escursione con altri 8 speleologi. A questo punto due componenti del gruppo sono rimasti con lei mentre gli altri erano usciti per dare l’allarme Sul posto sono arrivati i tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico con due medici. Per riportare su la speleologa hanno lavorato  per circa 12 ore affrontando non poche difficoltà considerato la complessa morfologia della grotta e con una temperatura costantemente non sopra 10 gradi. Ma alla fine, sono riusciti a riportare in superficie la donna ferita.
In una nota il sindaco di Isnello Marcello Catanzaro ha dichiarato: “Sin dalle prime fase di recupero della speleologa, siamo rimasti in contatto diretto con il soccorso alpino e la locale stazione dei carabinieri, abbiamo seguito le varie fasi di soccorso, un grazie per la solerzia e la professionalità degli uomini in campo”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.