Michela Taravella è il legittimo sindaco di Campofelice di Roccella: dichiarato inammissibile il ricorso del suo avversario Giuseppe Di Maggio

Venerdì, 07 Dicembre 2018 14:56 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)

Michela Taravella è il legittimo Sindaco di Campofelice, in quanto è stato dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal suo avversario Giuseppe Di Maggio.

Le Amministrative del 10 Giugno 2018 hanno visto vincere la lista “siAmo Campofelice” e la candidata Michela Taravella con 1833 voti validi. Il candidato Di Maggio veniva sconfitto con una differenza di 57 voti.
L’esito della consultazione elettorale è stato messo in discussione dall’avv. Giuseppe Di Maggio il quale, in data 10 Luglio 2018 ha depositato un ricorso presso il TAR di Palermo, con cui chiedeva l’integrale annullamento della consultazione elettorale.
Sosteneva il Di Maggio che il ritardato invio delle “cartoline avviso” ai cittadini residenti all’estero, avrebbe impedito a molti elettori di esercitare il proprio diritto di voto. Per rafforzare la propria teoria, i ricorrenti (Di Maggio e la lista Uniti per l’avvenire), difesi dagli avvocati Armao e Finazzo, producevano le dichiarazioni di 5 elettori residenti all’estero che sostenevano di non aver ricevuto per tempo le “cartoline avviso”.
L’inammissibilità del ricorso è stata eccepita dal Sindaco Michela Taravella e dal Presidente del Consiglio Comunale avv. Giulio Giardina, costituitisi in giudizio, con il patrocinio dagli avvocati Rubino e Impiduglia i quali hanno dimostrato l’infondatezza nel merito del ricorso .
La 3° sezione del Tar di Palermo ha dunque accolto l’eccezione di inammissibilità avanzata dagli avvocati del Sindaco Taravella e del Presidente Giardina, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dal Di Maggio e condannando lo stesso e gli altri ricorrenti al pagamento delle spese giudiziali ammontanti ad oltre tremila euro.
Avuta notizia della sentenza, il Sindaco Taravella ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Non potevamo avere dubbi circa l'esito di questo ricorso, per noi, ed oggi anche per il TAR, inammissibile ed infondato giuridicamente. Dopo questo risultato che attesta incontrovertibilmente la nostra vittoria elettorale, già lo scorso 10 giugno, continueremo a lavorare, con impegno ed umiltà, come è nostra consuetudine, conformemente al nostro mandato elettorale. Auspichiamo che da questo momento possa inaugurarsi una nuova stagione, fatta di collaborazione e di impegno congiunto per la risoluzione delle tante problematiche di questa Comunità, nell'ottica esclusiva del bene comune. Ringraziamo gli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia per la straordinaria professionalità e per l'impegno profuso nell'espletamento del loro mandato professionale. Ringraziamo, infine, il Servizio Elettorale, con i suoi dipendenti e la Dirigente Maria Giardina, che ha sempre avuto grande attenzione, scrupolo e contegno deolontogicamente ineccepibile nell'affrontare ogni consultazione elettorale ed ogni consequenziale adempimento, dimostrando, anche in questa occasione, di aver lavorato bene e di averlo fatto in modo incontrovertibile.
Continua il Presidente del Consiglio Giulio Giardina: “Mi auguro e auspico che questa sentenza possa finalmente spegnere i toni da campagna elettorale che hanno caratterizzato sin ora i consigli comunali. Il Consiglio Comunale deve ritornare ad essere il luogo dove si discutono e si risolvono i problemi di una comunità e non il luogo dove fare proclami e accuse da campagna elettorale. La campagna elettorale, conclude Giardina, è finita. Anche la Giustizia Amministrativa ha detto che Michela Taravella sarà il Sindaco di Campofelice per i prossimi anni. Si lavori tutti insieme per il bene della Comunità.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.