Conoscere la storia di Carini: visita guidata al Castello e al Centro storico

Giovedì, 31 Agosto 2017 01:24 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nell’ambito della manifestazione “Notti di Sicilia” si terrà sabato 2 settembre 2017 alle ore 21,30 l’iniziativa “Conoscere la storia di Carini: visita guidata al Castello e al Centro storico”.

L’appuntamento è in Piazza Castello a Carini. L’iniziativa è organizzata da BCsicilia - Per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in collaborazione con ATC e Guardie Sikane. Per informazioni: Tel. 091.8112571 – 339.5921182. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Facebook: Atc l’associazionecheviaggia. Twitter: Atc TurismoeCultura.
La visita al Castello ed al borgo di Carini sarà orientata dalla lettura del celebre poemetto diffuso un tempo dai cantastorie e che narra della storia d’amore proibita tra Laura Lanza, moglie del barone di Carini, e Ludovico Vernagallo, culminata tragicamente con l’uccisione dei due amanti da parte del padre della fanciulla, nel dicembre 1563. Tra leggenda e realtà si ripercorreranno i passi della Baronessa uccisa e ciò tra le mura del maniero medievale dove si consumó il delitto. Il castello di Carini, uno  dei più interessanti di Sicilia, costruito a partire dal 1075 venne ingrandito nel corso dei secoli successivi per volere della famiglia La Grua Talamanca , registrando nel ‘400 l’interventi di Matteo Carnilivari. Particolarmente interessanti sono la grande sala dei baroni al piano nobile, caratterizzata da un pregevole soffitto ligneo del ‘400 e gli altri ambienti, decorati nel ‘700 e la cappella. Nell’ occasione sarà possibile visitare anche le terrazze del maniero a dominio sulla pianura di Carini. La conclusione al borgo dove sorgono numerose chiese dovute alla committenza dei La Grua: tra queste la Chiesa di San Vincenzo con l’annesso convento, la matrice e la Chiesa di San Vito. La visita sarà guidata da Fabrizio Giuffrè, mentre le letture saranno curate di Cinzia Carraro.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.