23 maggio 1992-23 maggio 2017. 25 anni dopo Capaci

Martedì, 23 Maggio 2017 08:52 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sono passati 25 anni da quel 23 maggio 1992 e Palermo non dimentica, né vuole farlo.
Sono appena sbarcati al porto del capoluogo dalla "Nave della legalità" i tantissimi studenti partiti ieri dal porto di Civitavecchia, per essere presenti oggi in città per il 25esimo anniversario della strage di Capaci, dove hanno perso la vita per mano mafiosa i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo ed i poliziotti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo ed Antonio Montinaro. Il programma partirà alle 9.00 all'aula bunker dell'Ucciardone, dove il capo dello Stato Sergio Mattarella, il presidente del Senato Pietro Grasso, i ministri dell'istruzione Valeria Fedeli e dell'interno Marco Minniti, assieme alle autorità civili e militari ed a tanti giovani ricorderanno i fatti di quel 23 maggio. Contemporaneamente saranno allestiti fuori dall'aula ed a piazza Magione, dove Falcone è cresciuto insieme a Paolo Borsellino, i "Villaggi della legalità". Francesca Morvillo verrà ricordata al Castello a mare, in una cerimonia a cui parteciperanno il fratello Alfredo, neo procuratore di Trapani, insieme all'assessore ai beni culturali Carlo Vermiglio, al dirigente generale del dipartimento Gaetano Pennino ed al direttore del polo museale regionale Francesca Spatafora. Nel pomeriggio due cortei, uno che partirà da via D'Amelio, l'altro dall'Ucciardone, che si congiungeranno all' "Albero Falcone" in via Notarbartolo, dove abitavano il magistrato e la moglie, per osservare un minuto di silenzio nell'ora esatta dello scoppio mortale ed alle 19.00, nella chiesa di san Domenico, dove è sepolto Falcone, verrà celebrata una messa in memoria delle vittime. In serata infine diretta no-stop su Rai1 dai luoghi di Falcone e Borsellino, condotta da Fabio Fazio.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.