Pizzo ed estorsioni. 11 assoluzioni al processo per mafia

Martedì, 04 Aprile 2017 08:58 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il processo era nato da una inchiesta della Dda di Palermo del 2014 che porto al fermo di 31 persone
Undici assoluzioni e cinque condanne è la sentenza per il processo celebrato con il rito abbreviato che vedeva imputati capimafia, gregari ed estortori dei clan mafiosi di Bagheria, Villbate, Ficarazzi, Casteldaccia e Altavilla Milicia. Molte assoluzioni eccellenti come quelle dei boss Nicola Eucaliptus, Giuseppe Scaduto, Onofrio Morreale. Il processo appena concluso era nato da un'inchiesta della Dda di Palermo che, nel 2014, portò al fermo di 31 persone accusate a vario titolo di mafia, estorsione e favoreggiamento. I pubblici ministeri avevano chiesto condanne per 150 anni di carcere. Francesco Centineo e Silvestro Girgenti sono stati condannati a 6 anni e 8 mesi, Giacinto Di Salvo a 9 anni, Francesco Mineo a 7 anni e un mese e Pietro Liga a 6 anni 8 mesi. Tutti dovranno risarcire i danni riconosciuti, come provvisionale immediatamente esecutiva, alle parti civili costituite.
ANSA

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.