L'opera dei pupi non può scomparire. Un'idea? Avviare laboratori per pupari

Mercoledì, 29 Marzo 2017 09:38 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)
Ormai lo sappiamo, i ragazzi pensano di fare da grande i ballerini, le veline o i cantanti, ma nessuno più decide di fare il puparo.
Così l'opera dei pupi è in crisi e rischia presto di scomparire, se non si trovano abili artigiani capaci di lavorare i metalli e scolpire il legno. Così dalla famiglia Argento, "storici" pupari dal 1893, con laboratorio in corso Vittorio Emanuele a Palermo, arriva un'idea: creare un laboratorio per insegnare l'arte ai giovani. Gli Argento si sono allora rivolti a Confartigianato, che proprio nei mesi scorsi hanno avviato il rilancio dell'antico mestiere del lustrascarpe, con un notevole successo, per propone un laboratorio per le scuole e provare così a creare giovani artigiani abili nell'arte di realizzare i pupi. E l'idea è piaciuta a Confartigianato, a cui si possono rivolgere le scuole interessate ad avviare laboratori per aspiranti pupari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.