Emergenza chinghiali nelle Madonie. Il sindaco di Castelbuono ne autorizza l’abbattimento

1
114

Il sindaco di Castelbuono, Antonio Tumminello, ha autorizzato fino al 30 aprile l’abbattimento dei cinghiali nel territorio comunale.

L’uccisione dovrà avvenire “con azioni mirate ed escludendo i fondi chiuse e le zone di Parco, al fine di scongiurare pericoli per la pubblica incolumità e ulteriori danneggiamenti al patrimonio pubblico e privato”. Sarà pure predisposto un piano di intervento con le forze dell’ordine del territorio e l’impiego di personale qualificato e di cacciatori volontari, che opereranno gratuitamente. Tutti i capi abbattuti dovranno poi essere sottoposti ai controlli sanitari. La decisione è stata presa a causa del numero di segnalazioni di privati circa la presenza di suidi vicino alle abitazioni, ma viene criticata da Legambiente, per la quale occorre sempre procedere secondo specifici piani e censimenti e l’utilizzo preventivo di mezzi di selezione ecologici e di piani di cattura adeguati, ricorrendo agli abbattimenti solo in via residua. Più volte il Tar ha annullato ordinanze comunali urgenti per l’abbattimento dei cinghiali.

1 COMMENT

  1. il censimento richiesto dalle “solite” organizzazioni mi fa ridere, forse credono trattasi di animali da cortile o greggi di pecore (preciso di non essere cacciatore!)

Comments are closed.