Obbligo di dimora per il termitano Lamia, componente della banda di rapinatori che terrorizzavano il messinese

Venerdì, 27 Gennaio 2017 08:00 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(2 Voti)
Obbligo di dimora.
E' questa la misura che il tribunale per la libertà di Palermo ha deciso per Francesco Lamia, 28 anni, il termitano che faceva parte della banda di rapinatori che ha terrorizzato per mesi i paesi del messinese. Quindi l'uomo cesserà di scontare in carcere la misura restrittiva, ma starà adesso a casa sua, a Termini Imerese, in attesa del processo. Rimangono invece in carcere i termitani Gianluca Terrana, 30 anni, e Antonino La Bua, 27 anni, come i rumeni Robert Costantin Aioani, 21 anni, e Iulian Georgian Hatos, 22 anni. Continuano gli arresti domiciliari per Giuseppe Augetto, 30 anni, di Termini Imerese e l’obbligo di dimora per Angelo Incardona, 40 anni, di Campofelice di Roccella, e Franco Galati, 47 anni, di Tortorici.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.