Due giovani tentano una rapina in un market, ma dipendenti e clienti reagiscono e bloccano uno dei due malviventi e costringono l’altro alla fuga

Lunedì, 26 Dicembre 2016 22:40 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Erano passate da poco le due del pomeriggio della vigilia di Natale quando un 19enne ha fatto irruzione nei locali di supermercato.

Il giovane, impugnando una pistola e rivolgendola in direzione dei presenti, dipendenti e clienti, ha di fatto coperto e “garantito” l’azione del complice che si è avventato sul cassiere e lo ha minacciato di consegnarne il contenuto.
L’irruzione dei malviventi ha generato un profondo senso di indignazione tra i presenti, tanto da provocare la reazione del responsabile del market e di alcuni dipendenti che si sono gettati sul malvivente con la rivoltella. I clienti del market “Todis” di via padre Rosario da Partanna hanno lanciato l’allarme al “113” ed i poliziotti giunti, insieme ai dipendenti del market sono riusciti ad immobilizzare il giovane che, durante la colluttazione aveva perso il telefono cellulare, lo scaldacollo usato per travisarsi e la pistola che si è appurato essere giocattolo, seppur priva di tappo rosso. La Polizia di Stato ha quindi tratto in arresto Ivan Barbato, 19enne palermitano dello Zen, poiché responsabile del reato di tentata rapina aggravata. Il complice del giovane, colui che si era avventato sulla cassa, è fuggito senza portare a termine la rapina, probabilmente spiazzato ed intimorito dall’inattesa reazione delle vittime. Indagini sono in corso per risalire al complice del giovane dello Zen.

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.