Montemaggiore e Aliminusa senza 118: “Così si vanifica il concetto stesso di interventi di emergenza” denuncia il deputato regionale Totò Lentini

Giovedì, 15 Dicembre 2016 22:45 Scritto da  Pubblicato in Comprensorio
Vota questo articolo
(1 Vota)

Alcuni comuni dell'area metropolitana di Palermo, segnatamente Montemaggiore Belsito e Aliminusa, con una popolazione complessiva di oltre 5.000 persone, sono del tutto sprovvisti di postazioni di emergenza sanitaria.

Quella più vicina del SUES è a Cerda, quindi ad almeno 20 minuti di strada, vanificando quindi lo stesso concetto di interventi di emergenza. A denunciare la situazione è il deputato regionale Totò Lentini, che ha sollecitato l'Assessorato regionale e la SUES, la società pubblica che gestisce il servizio 118, a ripristinare condizioni di sicurezza. "Già in passato – sottolinea Lentini - avevamo segnalato la poca copertura oraria (solo 12 ore al giorno, ndr) del servizio di ambulanza, ma nelle ultime settimane lo stesso è stato addirittura eliminato, togliendo qualsiasi possibilità di garantire interventi tempestivi in caso di emergenza." Uno spiraglio per la soluzione del problema si è aperta nei giorni scorsi con un incontro presso l'Assessorato nel corso del quale si è deciso di verificare la possibilità di ripristino della postazione di Montemaggiore, "ma in prospettiva e per uscire da una perenne situazione di precarietà - conclude Lentini - sarebbe opportuno che si predisponesse un piano di dislocazione di piazzuole per l'elisoccorso per tutte quelle aree poco servite o che, anche a causa del cattivo stato delle nostre strade minori, sono difficilmente raggiungibili".

1 commento

  • Link al commento Santi Licata Domenica, 18 Dicembre 2016 10:13 inviato da Santi Licata

    In un epoca in cui aumenta l'attesa di vità degli adulti e dei senior, di poche nascite che genere di risparmio può generare una decisione del genere? Solo in questi ultimi decenni la medicina e lo stile di vita sano ha dato i suoi frutti migliori per la salute sociale in Italia. Se ora si vuole cominciare a smantellare l'apparato sanitario facendo così si è iniziato benissimo, sempre cosi! Anzi no! Se si trovano i soldi per i pluri terremoti italiani non toglieteli però alla Lorenzini. La Storia e la Storia della Scienza medica non hanno insegnato niente? Non ci credo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.