Resistenza e lesioni ai carabinieri a Termini. Al processo patteggia la pena

Giovedì, 24 Novembre 2016 07:17 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(2 Voti)
Ha fatto il "gradasso" con i carabinieri, che lo hanno fermato per un controllo.
E così Alexander Vodyanik, 46 anni, russo, ma residente a Termini Imerese, è stato arrestato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. I fatti sono accaduti a Termini qualche giorno addietro, quando i militari hanno fermato l'uomo per un controllo. Vodyanik, per tutta risposta, ha però puntato il permesso di soggiorno sulla fronte di un carabiniere, assumendo poi la posizione da boxeur, pronto a lanciarsi contro i militari, cosa che ha prontamente fatto, sferrando calci e pugni ai danni degli stessi. Arrestato in flagranza di reato, al successivo processo per direttissima l'uomo ha preferito patteggiare la pena di quattro mesi di reclusione. Pena sospesa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.