Avrebbero aggirato il fisco con sottofatturazioni e altre operazioni anomale. La Finanza sequestra 850 mila euro a due imprenditori

Sabato, 12 Novembre 2016 22:38 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Per gli investigatori avrebbero aggirato il Fisco con sottofatturazioni e altre operazioni anomale.

La Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro preventivo contro  due imprenditori. Sono stati sequestrati 10 fabbricati, 16 terreni, conti correnti con denaro per circa 15 mila euro e quote di partecipazioni societarie pari a 39 mila euro, per un valore complessivo di circa 850.000 euro. Gli imprenditori sono Mario e Nicolò Notaro, titolari della Sicomed, impresa di materiale per l'edilizia, L’attività dei finanzieri palermitani nasce da una verifica fiscale nei confronti di una società del settore dei prodotti per l’edilizia gestita da padre e figlio. L’attenzione degli investigatori è stata determinata da operazioni anomale con società, direttamente o indirettamente riconducibili ai due imprenditori, nelle quali i prezzi di vendita risultavano inferiori a quelli di acquisto. La ricostruzione della contabilità della s.r.l. e delle altre aziende coinvolte ha accertato che tra queste imprese erano state emesse fatture false che consentivano di abbattere il reddito e pagare meno tasse, attraverso detrazioni dell’IVA non dovute e indebite deduzioni di costi. Ai due imprenditori sono stati contestati, per gli anni dal 2009 al 2011, i reati di dichiarazione fraudolenta attraverso l’uso di fatture per operazioni inesistenti, omessa dichiarazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore aggiunto Salvo De Luca e dalla pm Anna Battaglia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.