Gal Isc Madonie: approvata graduatoria delle Strategie di Sviluppo locale

Domenica, 06 Novembre 2016 09:38 Scritto da  Pubblicato in Geraci Siculo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Con decreto del 28 ottobre scorso, è stata approvata la graduatoria delle Strategie di Sviluppo Locale di tipo partecipativo, presentate dai Gal siciliani, ed è presente anche il Gal Isc Madonie per un importo pari a 4.602.793,08 euro sulle risorse Feasr che lo impegneranno, insieme ai partner (120 in totale, di cui 45 pubblici e 75 privati) per i prossimi sei anni nell'attuazione del Piano di Azione locale “Comunità Rurali Resilienti".

Si ricorda che il nuovo piano di azione locale, approvato dall’Assessorato regionale, è stato il frutto di un'intensa attività di animazione e concertazione svolta dal GAL sul territorio, anche attraverso il suo forum telematico. Tre gli ambiti di applicazione su cui il GAL interverrà e cioè lo sviluppo e l'innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, forestali, artigianali, manifatturieri); il turismo sostenibile; l'inclusione sociale di specifici gruppi svantaggiati o marginali.

“Il riconoscimento da parte dell’Amministrazione regionale - precisa il presidente, Bartolo Vienna - premia un intenso sforzo di animazione e concertazione compiuta negli ultimi mesi e per il quale esprimo, a nome mio e del consiglio di amministrazione, i soci (pubblici e privati), gli amministratori dei Comuni aderenti nonchè i partners (pubblici e privati) che hanno supportato questo significativo sforzo ed hanno sostenuto, con la loro adesione e sottoscrizione, la strategia del GAL. Nella elaborazione del nuovo Piano di Azione Locale - continua Vienna - non abbiamo voluto rincorrere a tutti i costi il punteggio maggiore, ma abbiamo redatto un Piano il più possibile rispondente alle aspettative del territorio che tenesse conto di percorsi già attuati e di quelli in essere. Lo stesso consentirà la nascita di nuove imprese nei settori agroalimentare, dell’artigianato, del commercio, dei servizi turistici e dell’ospitalità extra alberghiera nonché la creazione di reti di filiera".


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.