Alimentava la villetta con un allaccio abusivo alla rete dell’Enel e risparmiava 7.500,00 Euro. Donna arrestata dai Carabinieri

Sabato, 24 Settembre 2016 14:41 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(1 Vota)

Continuano i controlli da parte dei Carabinieri finalizzati al contrasto ed alla repressione dei furti di energia elettrica.

Nel pomeriggio di giovedì scorso, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bagheria, nel corso di un servizio condotto unitamente a personale dell’E.N.E.L., hanno tratto in arresto Oubrime Malika, nata a Casablanca classe 1957, volto noto alle forze dell’ordine, proprietaria di un’abitazione sita in quel centro. La predetta, al fine di alleggerire la propria bolletta Enel, aveva realizzato un allaccio abusivo diretto alla rete elettrica per mezzo del quale alimentava l’impianto della propria villetta, riuscendo ad abbattere i relativi consumi fino a risparmiare nel tempo la somma di euro 7.500,00 circa, così come stimato dall’Ente. L’arrestata, su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Termini Imerese, veniva tradotta presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari e nella mattinata odierna condotta presso il Tribunale termitano per la celebrazione del rito direttissimo, conclusosi con la convalida dell’arresto.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.